Cerca nel blog

lunedì 15 novembre 2010

IL GIORNO DELLA VERITA'

IL  GIORNO  DELLA  VERITA'aperta la Crisi del Governo Berlusconi  dai ministri  di Fini

Il ministro  Andrea Ronchi,  il  viceministro Adolfo Urso ed i sottosegretari Antonio Buonfiglio e Roberto Menia,  per il venir meno del rapporto fiduciario nei confronti del Governo, inviano lettere di dimissioni da membri dell' esecutivo, decretando così la fine reale e concreta del PDL e del Governo Berlusconi, ma, così si legge in una nota confermano, "altresì,  con profondo senso di responsabilità, il proprio impegno a sostenere nell’interesse del Paese la legge di stabilità e di bilancio".
Le lettere di dimissioni, in modo rituale, sono state inviate al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e al Premier Silvio Berlusconi.
Domani i Presidenti dei due rami del Parlamento, Schifani (Senato) e Fini (Camera) andranno al Colle per relazionare sulla situazione politica alla luce dell’uscita di Futuro e Libertà dal Govern, delle conseguenti mozioni di sfiducia alla Camera e di sostegno al Governo Berlusconi, annunciate rispettivamente da Pd-Idv e Fli-Api-Udc a Montecitorio e dal gruppo Pdl al Senato.
Quali scenari all' orizzonte della Politica Italian: finalmente chiarezza? uscire dallo stallo di qust' ultimo periodo?
Si farà un nuovo Centro-Destra ampliato all' UDC, Api, Mpa?
Lo farà Berlusconi o lo decreterà un ritorno alle urne? Nell' un caso o nell' altro con le dimissioni dei Ministri di FLI si chiude l'era del PDL-Lega e se ne  aprirà, forse un' altra ...PDL-Lega-FLI- UDC-API-MPA.
Il ritorno alle urne, in questo momento particolarissimo di conclamata crisi economico-finanziaria sarebbe  un atto veramente irresponsabile sentite poi le voci di un ritorno al voto solo rileggere i deputati  e di non rispetto per il Popolo Italiano; sarebbe uno tsunami per tutti e soprattutto per noi poveri Italiani perchè ci ritroveremmo ad avere un Parlamento di nominati, considerato che si andrebbe a votare con il "Porcellum".
I Cittadini Italiani, gli elettori italiani hanno delle aspettative: "un Governo certo, sicuro, non traballante per futili motivi e dei Governanti rispettosi dei compiti loro affidati".
Vogliamo vermente mettere un PUNTO FERMO assodato che il Bipolarismo è morto?
Prendere atto che oltre alla destra e alla sinistra esiste un Grande Centro che di giorno in giorno si sta infoltendo di tanti cespugli vitali anelanti alla MODERAZIONE CENTRISTA e legati  ai valori del popolarismo europeo.
Sono: FLI di Fini, UDC di  Casini, il movimento di Lombardo, l'Api di Rutelli e comunque le altre forze sociali e produttive del paese rappresentanti quella parte dei cittadini italiani, moderati, che anelano ad un nuova e sana politica riformatrice.