09 nov 2010

DAL FANGO I FIORI PIU' BELLI

e Saviano e C. lo sanno ...ma mistificano cercando di gettare e far vivere nelle paure ossessive il Popolo Italiano

Oscurantismo sinistroso, che costa, tra l' altro,  una barca di soldi ai paganti il canone rai, ovvero ai cittadini italiani,  delle  Cassandre demeniziali che hanno intrapreso il filone redditizio dell' incutere  terrore e paure e farci vivere ossesivamente in questa palude insidiosa.
La trasmissione di rai 3 di ieri, "Vieni con me" con un reclutamento  cospicuo di telespettatori inchiodati a vedere ed ascoltare le performace dei grandi soloni intellettuali della sinistra che propinano, senza vergogna, una loro verità mistificata, e se lo possono permettere, visti i lauti compensi che sembrerebbero aggirarsi, per Roberto Saviano, il mattatore ,per ciascuna delle quattro puntate intorno agli 80mila euro, Antonio Albanese andrebbero circa 25mila euro mentre 7mila sarebbero per Paolo Rossi si sconosce la cifra che dovrebbe o non dovrebbe incassare  Roberto Benigni 250 mila euro o partecipazione gratuita, per non parlare dei Sigg.ri Fazio e Litttizzetto che costano all' azienda rai pare due milioni di reddito all'anno cadauno, per non parlare dell' Illustrissimo Governatore Pugliese  (SEL), Vendola,  pericolo per il PD, che sta sempre in TV in campagna elettorale con una prebenda di 160mila euro l' anno per sciorinare i diversi modi con cui vengono  appellati i Gay.
Debutto abbastanza deludente improntate sulle ovvietà del benestante imbonitore dell' antimafia, Roberto Saviano: Democrazia in pericolo»
«Da un po' di tempo vivo come una sorta di ossessione, che riguarda la macchina del fango, il meccanismo che arriva a diffamare una persona»: per questo «la democrazia è letteralmente in pericolo».
«La democrazia è in pericolo - ha detto Saviano - nella misura in cui se tu ti poni contro certo poteri, contro questo governo, quello che ti aspetta è un attacco della macchina del fango, che parte da fatti minuscoli della tua vita privata».
Questo l' inizio e il seguito più o meno su questa linea....con Fazio presentatore,  Finocchiaro che legge brani di articoli di giornali sulle accuse e sui tentativi di delegittimazione del giudice e dell'intero pool antimafia siciliano, e il demenziale Benigni con la storiella di Ruby in salsa Benignana che non è che mi abbia fatto granchè ridere.
Nichi Vendola ha invece letto un elenco dei diversi modi per definire gli omosessuali da «invertito» a «buzzarone», da «pederasta» a «cripto-checca». Gli fa eco subito dopo Saviano che mette in fila i comportamenti che "dalle sue parti" individuano i gay: dalla «birra con le fette di limone» alle «unghie pulite» alle «scarpette sugli scogli» al «fare la puntura da sdraiati». 
Se la prima puntata è stata di questa portata intellettuale ...figuriamoci il seguito....
Saviano, ottimo imprenditore di se stesso, ottimo uomo di affari con la Rai, ha dato ieri sera, ampia dimostrazione di queste due abilità.....altro che coraggio di battere e controbattere le Mafie, anzi a tutte le definizioni che ha elencato Fazio, manca l' unica e vera..."PARACULO" malato di paraculite acuta, perchè lui sa che nel fango si coltivano e nascono i fiori più belli " I FIORI DI LOTO".
Smettiamola di pagare questi commedianti e spendiamo in soldi in modo più fruttuoso......Diamoli ai Veneti colpiti dalla tragedia dell' alluvione!!!!!!