Translate to:

10 mar 2014

I CONTROLLORI DEL REGIME

Chi non è con me, è contro di me e chi non raccoglie con me, disperde 
SPIE AMMINISTRATIVE
Tale evangelica affermazione, nel contestato «regime» roccaseccano, ha il sapore amaro di una assurda, ma purtroppo, veritiera pratica applicazione del così detto «Metodo Boffo-porta a porta», in salsa roccaseccana.
Il pericolo, annusato dal «regime», di una buona politica fondata sulle idee, i valori, il tessuto etico, partecipazione del Popolo e sulla rappresentanza qualificata e qulificante, fondamento della democrazia, tendente ad «occupare» una posizione di impegno, ha innescato una strategia  avente come unico obiettivo quello di mettere le proprie terga al riparo dalle intemperie e di salvare la poltrona che percepiscono traballante.
Fonti amicali della rete riferiscono, aum aumm, per non avere «'mpicci» che, il «Regime» ha messo in atto queste subdole strategie :
- Controllo del blog più seguito dai roccaseccani «AnnaMaria Blog);
- Controllo delle pagine degli «invisi» all' Amministrazione;
- Controllo delle pagine più seguite di facebook, con post di critica all' amministrazione, ma anche...udite! ...udite! amici in riunioni conviviali.
- I controllori, segugi del «regime», riferiscono al Capo, perchè a suo dire non segue facebook,  i nomi e cognomi dei soggetti che hanno osato condividere il o i post, commentare positivamente e/o cliccare mi piace.
A questo punto, scatta l' azione strategica del porta a porta di ammonimento ai poverini a  mettere «mi piace» e se giovani rivolgendosi pure ai genitori, spesso genitrici: «ma a figlit comm ce ne ten».... «chigl e/o chella è matt» .... «si vist che niscun mett mi piace, sul figlt».... « I t vogl ben e dì a figlt d lassà perd kell cumpgnia»
La tagliola del fango è messa ed il malcapitato con questo sistema, Isolato...
Questi..... al «Sistema Boffo»...... fanno un baffo.