28 ago 2009

L' EX ASSESSORE CAMBIA CASACCA


era dell' UDC? Nessuno lo sapeva

Dalla stampa apprendiamo che Forte Bernardo, fino a ieri fedele assessore della Giunta di Sinistra- Centro- Destra del Comune di Roccasecca e ora, destituito da Giorgio dai Lavori Pubblici, consigliere di opposizione, lascia l' UDC per approdare nell' accogliente e ricca "magione" del PDL dove ritrova gli amici, tutti trasfughi dell' UDC: Tersigni, Trina, Zaccheddu, Pigliacelli, disagiati, poverini (sic! sic!) dalle scelte politiche del partito di riferimento.
Ma quando mai i suddetti personaggi che opportunamente o meglio opportunisticamente hanno cambiato casacca alla vigilia delle elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale indossando la nuova (PDL) per ricavarne maggiori e proficui guadagni, hanno avuto a che fare con il Forte che era abbarbicato al Sindaco Giorgio, dichiaratamente pro-sinistra?
Lui, che nella qualità di assessore ai Lavori Pubblici, si vantava di chiedere ausilio e soldi al neo eletto europarlamentare Francesco de Angelis, non certo UDC, anche grazie ai suoi voti e a quelli del Sindaco Giorgio, riconoscenti o no?
Mai in tutta la vita politica del suddetto ora consigliere di opposizione Forte e, a maggior ragione nell' ultima tornata elettorale, si è avuto sentore o lo stesso abbia fatto pubbliche dichiarazioni di avere la tessera dell' UDC.
Ma che razza di politica è questa? Cosa va cianciando per avere un posto al sole nel PDL?
La verità e che l' UDC nell' ultima tornata elettorale ha stretto un patto federativo con i MODERATI che, con il proprio candidato dr. Nota Crescenzo, ha tenuto alto il vessillo UDC guadagnando una affermazione di tutto rispetto nel Collegio di Roccasecca, Colle San Magno, Castrocielo, Colfelice e mai il Consigliere Forte ha mostrato il benchè minimo interesse alle vicissitudini dell' UDC, non si è neppure degnato di partecipare alla festa di presentazione del candidato Nota onorata dal Capolista UDC Marzi, Foglietta e Formisano che, fino a prova contraria, massimo e onorevole esponente di quel partito.
Irrispettoso e irriguardoso nei confronti soprattutto dell' On.le Formisano che è l' unico politico che si sta spendendo nelle sedi opportune e sta portando avanti, con grinta, la vicenda angosciosa dei lavoratori dell' Ideal Standard.
Direbbe Totò: Ma mi faccia il piacere consigliere Forte!!!!!!!!!!!!!!!
Smentisca e chieda pubbliche scuse a tutti gli esponenti dell' UDC e dei MODERATI, gli unici depositari delle sorti dell' UDC.
Poichè la Giunta anomala di Giorgio si aggroviglia sempre di più con i personaggi politici che hanno contribuito alla Sua affermazione ma che non essendo fidelizzati e catechizzati, se non alla poltrona, una volta che questa gli viene tolta, l' abbandono è certo.
Poichè la barca Giorgio sta affondando, il nostro consigliere sceglie il partito di moda il PDL;
giusto e legittimo, ma non venga a fregiarsi di "onori" che non ha, solo ed esclusivamente per una strategica allocazione di convenienza in vista dei nuovi appuntamenti elettorali.
L' UDC-MODERATI, insomma, non si erano mai accorti di avere tra le fila un ex assessore che si vanta, solo ora, di lasciare un partito che procura disagio per andare in un altro, ovvero si è reso conto di stare nel posto sbagliato con le persone sbagliate.
Ma con la sua scelta ambigua ha reso ambigua la Giunta Giorgio , e il partito del Popolo della Libertà che, allo stato, esprime un Assessore e due Consiglieri di Opposizione.
Il PDL dovrebbe essere, sì, in forte disagio e fare gli opportuni interventi moralizzatori e chiarificatori.