26 apr 2010

NEL LAZIO SI GIOCA IN TREDICI

con l' esclusione della rappresentanza Ciociara e la panchina dell' UDC

Impegnatevi e sarete ricompensati, più voti prenderete e più sarete ai vertici della Regione Lazio, fate incetta di consenso e non ve ne pentirete perchè la Vostra  Renata, la "tosta", la "concreta", la "diretta", quando prende impegni in prima persona, con la parola, sicuramente la manterrà.Quale delusione carissima Renata!!!!! E' bastata la querelle Berlusconi-Fini per rimescolare tutto, mettendo nel tritacarne gli Alleanzini, sputando in faccia ai Ciociari che, ancora una volta dopo uno strepitoso successo, in termini di voti, tutti a vantaggio della Governatrice,  si ritrovano orfani della rappresentanza amministrativa a tutto vantaggio dei romani fuori dalla massacrante competizione elettorale, solo per responsabilità dell' inetto PDL romano.
Tutte le province del Lazio-Roma,Viterbo,Rieti, hanno la propria rappresentanza tranne la "Cenerentola" Frosinone, e pensare che i ciociari Fiorito e Abbruzzese (PDL) sono stati i più votati.
Ma come mai questa disastrata provincia nonostante si sia data tanto da fare per dare un contributo fattivo per il cambiamento del timone della Regione Lazio per subire la delusione di non avere un proprio rappresentante all' amministrazione regionale e si che Fiorito ci sperava proprio tanto in un assessorato all' agricoltura......
Anche le quote rosa ridotte al lumicio ....due..... soltanto che salgono a tre con la stessa Governatrice e si che la Daguanno  (Cassino) o la Mandarelli un pensierino ce lo avevano fatto.
E cosa dire dell' UDC che in costanza di accordi pre-elettorali si sentono, a ragione, presi per i fondelli con contentini minimali extra accordi.
Insomma la Giunta Polverini è una giunta targata Berlusconi che da scacco matto agli alleanzini e che costringe l' UDC ad un ritiro strategico di panchina.