Translate to:

15 gen 2015

IERI...OGGI...DOMANI.....SENZ' ACQUA


L' IGNAVO SINDACO GIORGIO GIOVANNI DI ROCCASECCA, SE LA CAVA CON ORDINANZE PER COPRIRE ACEA CHE NON MANDA L' ACQUA AI RUBINETTI, INVECE DI RESCINDERE IL CONTRATTO DELL' INADEMPIENTE GESTORE IDRICO
Ieri, 14 gennaio sospeso il flusso idrico al Centro ....oggi 15 gennaio, allo scalo,...domani 16 gennaio, su tutto il territorio di Roccasecca e il Sindaco chiude i plessi scolastici per mancanza di approvvigionamento idrico dalla rete cittadina.
E' da anni che va avanti questo andazzo di malagestione ACEA, tubi colabrodo, sospensione di erogazione idrica, disagio perenne e oltre al danno anche la beffa delle bollette salate, con la connivenza dei sindaci ignavi che non si capisce per quale motivo, insistono e persistono a far vessare i cittadini della Provincia di Frosinone da chi non rispetta i contratti, non investe ed esige solo.
Si apprende dal gruppo di facebook Coordinamento Acqua Pubblica di Frosinone amminitrato dall' Ing. Mario Antonellis,che domani 16.01.2015, ci sarà una riunione dei SINDACI MEMBRI DELLA CONSULTA D' AMBITO per cosa ...forse per traccheggiare ancora e tenersi ACEA IN TUTTA LA PROVINCIA ? Noi dell' Associazione «Roccasecca Libera», diciamo al nostro Sindaco Giorgio Giovanni di attivarsi per la risoluzione del contratto con ACEA, e BASTA ORDINANZE COPRI ACEA e alzata di manina del delegato Giuseppe Marsella per gli aumenti tariffari ACEA e ci uniamo al COORDINAMENTO ACQUA PUBBLICA DI FROSINONE-CO.CI.DA-
VIA ACEA DALLA PROVINCIA DI FROSINONE!...VIA ACEA DA ROCCASECCA!.

QUESTO E' IL MESSAGGIO CHIARO DEL COORDINAMENTO E DI TUTTI GLI UTENTI DELLA PROVINCIA DI FROSINONE
 
A TUTTI I SINDACI MEMBRI DELLA CONSULTA D'AMBITO in vista della riunione di domani 16/01/2015

Prima che sia troppo tardi, prima che la ragioni del popolo Ciociaro e la rivolta in atto travolga tutto e tutti, occorre riportare all'assemblea dei Sindaci un unico punto all'ordine del giorno: RISOLUZIONE CONTRATTUALE PER COLPA DEL GESTORE IN BASE all'art. 34 della convenzione di Gestione e mettere fine a questa vicenda. La procedura di fatto è stata già attivata. Le ragioni? Sono ben codificate, ben documentate dalla stessa S.T.O. e sopratutto, se ancora non bastasse, basterebbe chiamare a testimoniare migliaia di cittadini e amministratori. Se come pare POMPEO vuole, invece, tentare di pilotare verso l'ennesima transazione con l'ESATTORE deve sapere che un conto sono le chiacchiere da bar e le mistificazioni a mezzo stampa dei politici altre sono la rabbia e la determinazione di un movimento trasversale, quello dell'acqua pubblica, esasperato e determinato.