31 mag 2010

ROCCASECCA/ PAESE SPORCO ED INCIVILE


 responsabile un' amministrazione inetta, sperperona e godereccia

La civiltà di una cittadina si misura dalla sensibilità che gli organi amministrativi della stessa pongono nel curarsi dei cittadini che più di altri hanno bisogno di aiuti concreti: bambini, anziani, portatori di patologie gravi e gravi  disabilità. Non elemosine, sia chiaro, ma semplice DIRITTO.
Se una cittadina  non si muove in questo senso, non tiene conto del "benessere" dei suoi cittadini più disagiati...non è degna di esistere.
Roccasecca  oggi come oggi è nell' incapacità più assoluta di farsi carico delle categorie più deboli e svantaggiate perchè gli amministratori  sono presi dai giochi, dalle mostre e dalle manifestazioni podistiche.
E' scandaloso che non si dia seguito ad una domanda di un parcheggio per disabili  da ben quasi un anno  e sembra che la responsabilità sia dell' Unione Cinque Città che avrebbe lo stampino adatto per segnalare il parcheggio.
Insomma, ancora una volta quel carrozzone mangiasoldi che è L' UNIONE CINQUE CITTA' si sta rendendo reo di una gravissima  omissione di un  DIRITTO inalienabile di un cittadino non di serie B ma che viene considerato tale per l' insensibilità ed il menefrghismo.
Ci dobbiamo sorbire la città sporca e trascurata, i vicoli del centro abbandonati con discariche a cielo aperto, le campagne abbandonate come pure abbandonato lo Scalo, intanto veniamo tartassati da tasse sovratasse, imposte ecc. ecc.
Intanto quel carrozzone dell' UNIONE  CINQUE CITTA' che aveva speso una barca di soldi per propagandare la differenziata cui a tutt' oggi non è stata data pratica attuazione, continua ad essere fonte di guadagno solo per i Politici che rivestono cariche di presidente, vice presidente ecc. ecc. e per gli amministrativi.
Indigna e non poco questo stato di cose e pensare che le tasse le paghiamo e sono pure troppe e questa manovra in itinere, non sarà tanto rose e fiori soprattutto per gli indigenti e le classi più deboli.
La missione  degli amministratori non è forse quella  di creare un migliore  stile di vita equo per tutti ? A Roccasecca sembra proprio di no e sono meravigliata dal fatto che sono sempre i soliti governanti che "di rinfa o di ranfa" (dis) amministrano la Cittadina di san Tommaso.
Roccasecca è una città senza regole, senza stimoli per i giovani, ma soprattutto senza attenzione per le classi più deboli e disagiate, vale a dire una CITTA' INCIVILE!!!!!!!