26 mag 2009

Il Momento della verità


Via Guado Arcesano, Via Scessa, Via Panniglia, ma la campagna è tutta dimenticata da Dio e dal Sindaco Giorgio Giovanni

L'immobilismo atroce dell'attuale amministrazione capeggiata dal Sindaco, Giorgio Giovanni, non risparmia proprio nessun ambito e nessuna zona.
Ma come è possibile che nessuno sia contento? Perchè tutti si lamentano?
Eppure l'agire di un buon amministratore è volto a rendere felici tutti i cittadini con minime cose tra cui adoperarsi per il decoro cittadini.
Ma è sotto gli occhi di tutti la lordura di tutte le strade, biglietto da visita di un Sindaco e gli abitanti di Via Guado Arcesano e Via Scessa, in particolare, non ne possono veramente più, non solo per le strade senza manutenzione e con la bitumazione della prima gittata e quindi disconnessa e bucata, ma ciò che angustia, preoccupa, irrita e rende esasperati i residenti sono le erbe che selvaggiamente hanno ricoperto i fossetti di scolo, limitrofi alle strade, ed hanno raggiunto un'altezza tale da impedire, agli automobilisti, la visuale della strada, tanto che ogni tanto si verifica, anche, qualche incidente; è appena il caso di ricordare che nascondono insetti e animali (es. topi) altamente pericolosi e nocivi per gli uomini.
Tutte le lamentele, in primis, vengono rivolte agli amministratori che, poverini, cercano di accontentare, ma la cronica carenza di personale, è come una coperta troppo corta, se si tira da una parte, resta scoperta l'altra e il Sindaco Giorgio non ha nessun progetto e nessuna volontà a risolvere il problema, sin da quando si è affossato con i debiti verso il Consorzio Cinque Città e non riesce a venirne fuori.
I Moderati, insistentemente, da sempre reclamano a gran voce l'USCITA DALLA CINQUE CITTA', fonte di debiti, di sporcizia endemica, di sperpero di denaro pubblico.
Bisogna pensare come minimo al decoro cittadino con una progettualità di un servizio consono, in attesa di poter dare corso alla raccolta differenziata .
Ma il Sindaco Giorgio non si cura affatto del decoro di Roccasecca Centro, del decoro dello Scalo e del decoro delle Campagne, pensa solo ed esclusivamente a candidarsi in tutte le tornate elettorali e una volta eletto, basta!! ah!!! si ferma e si crogiola nel dolce "far nulla" ed in questo lavoro del "far nulla" una mano fattiva, gliela danno l'accozzaglia di pseudo politici della Sua Giunta.
Anche in questa tornata elettorale di rinnovo del Consiglio dell'Amministrazione Provinciale di Frosinone, il dr. Giorgio Giovanni, dopo un lungo tira e molla di rendersi prezioso con Schietroma, alla fine, si è degnato di accettare la candidatura di servizio del PD che ha dimostrato così, di essere privo di esponenti di rilievo in grado di riscuotere consensi.
Ancora una volta il PD del Collegio di Roccasecca...., consapevole della propria inconsistenza di consensi paurosamente collassato, come, il PD centrale guidato da Franceschini, ha paura di misurarsi, di contarsi, perchè, i dirigenti sanno che una sconfitta alle provinciali decreterebbe la fine, del neonato PD che sin dalla costituzione non ha apportato alcunchè a Roccasecca e non ha fatto " NULLA" per il bene del Paese.
E' questo il momento della verità e i cittadini sanno che solo il Movimento dei Moderati, tramite il proprio candidato, dr. Nota Crescenzo sotto il simbolo UDC si adopererà, con la buona politica, per la gente, tra la gente e con la gente.