08 mag 2009

Le "Provocazioni" sceme


Dell'intollerante Leghista Salvini

Sconcerto e rabbia ha suscitato la proposta del leghista Matteo Salvini, vale a dire quella di riservare alcuni vagoni del metrò milanese ai "MILANESI".
Che i Leghisti siano gente d'assalto pressochè intollerante, quasi "razzista" è cosa nota ma, con questa uscita, hanno raggiunto il colmo dell'imbecillità.
Come è possibile che un simile soggetto goda del consenso dei votanti? Ma gli elettori di Milano e dell'intero Nord come possono riconoscersi e farsi rappresentare da certi soggetti rozzi, la cui coscienza è al livello più basso degli animali?Non ci sono parole acconce per definire la becera proposta del leghista che offende oltremodo le persone e la Costituzione a prescindere dalla razza, dalla lingua, dalla religione.
Ma vogliamo ritornare all'apartheid Sud Africano di passata memoria?
Ma non si vergognano e non si ribellano i milanesi ad avere governanti di siffatta pasta?
I problemi, qualora ci fossero, vanno studiati e risolti nel rispetto delle Leggi vigenti e della Costituzione in "primis" e non alla "caprara" maniera del Sig. Salvini.