05 giu 2010

LA CASTA DELLE TOGHE

in rivolta perchè il Governo ha toccato la loro "saccoccia "

L' Associazione Nazionale Magistrati, come i metalmeccanici, incrocerà le braccia e scenderà in piazza contro la manovra economica del Governo Berlusconi.
Che Berlusconi e il suo governo fosse inviso alla corporazione dei Magistrati era notorio, ma che arrivassero alla protesta di Piazza e allo sciopero  non ci si pensava minimamente, visto che la categoria è tra le poche a godere di privilegi non indifferenti, con stipendi ben al di sopra della media europea  della stessa categoria  ed una libertà d' azione sancita dalla Costituzione e da leggi dello Stato.
I sacrifici vanno bene per tutti ma per gli intoccabili no!!!!!! è inaudito che tutti si è chiamati, ma solo i soliti a rispondere ( Pensionati e Lavoratori dipendenti), questa è "l' Italietta Nostra".
La Lobby dei Magistrati, all' apprendimento del piccolo ritocchino ai loro emolumenti insorge con il seguente approccio:"La manovra è punitiva e paralizza l’intero sistema giudiziario, mina l'ndipendenza della Magistratura e colpisce soprattutto gli stipendi dei giovani magistrati che subiscono una riduzione fino al 30 per cento".
Ah! ah! ah! ma è il taglietto del 30% (?) e questo proprio che non va giù e si incontrano, si organizzano e forti di un forte sindacato molto protettivo (L'ANM) decidono di far sentire la loro protesta alzando barricate proprio come i Metalmeccanici.
Quindi il prossimo 1° Luglio la data proposta, per l' inizio dell' azione di protesta, dal presidente dell' ANM Luca Palamara al Comitato direttivo con l' accoglimento di tutte le correnti della magistratura, quindi non solo giudici ordinari, ma anche gli amministrativi e i contabili
Ma i magistrati non si limiteranno a incrociare le braccia per un giorno contro la manovra economica del governo, ma nel periodi tempo compreso tra il 7 e il 21 luglio prossimi attueranno anche più giornate di sciopero bianco, nel senso che non si faranno più carico dell'attività di supplenza che normalmente svolgono per carenze del personale amministrativo.
Insomma al malfunzionamento della giustizia, secondo loro, verrà posto un freno non toccando la loro " saccoccia" e, invece dare suggerimenti costruttivi, sono solo capaci di armare  la piazza proprio come i Metalmeccanici, solo che questi la crisi la stanno vivendo sulla loro pelle e di bruttoooooooo!!!!!