17 ago 2013

ECCO PERCHE' SERVONO LE PRIMARIE A ROCCASECCA

Il  nuovo sindaco post Giorgio deve  essere espressione democratica degli oppositori a Giorgio,  perchè non è più il tempo delle sagre di famiglia, dei capetti storici portatori di voti clientelari e dei medici della mutua.

I Rumors paesani, in questo torrido agosto,  parlano sempre con più insistenza, di una «sfiducia pilotata»  del Sindaco Giorgio, per una sua ricandidatura.
Si vocifera di riunioni di maggioranza per mettere a punto una «onorevole» caduta del Governo Giorgio, entro dicembre 2013, con sfiducia del Consiglio per consentire al Sindaco uscente di riprovarci, sicuro della ri-vittoria.
Se si dimettesse lui, di sua sponte, non avrebbe la chance della ricandidatura.
Sembra, però che i consiglieri e gli assessori di maggioranza «nicchiano» e non ne vogliono proprio sentir parlare di sfiduciamento ed è pure comprensibile e legittimo; il non perdere la «zuppetta» e la «poltrona» è il loro unico motivo per non sfiduciare Giorgio e poi per un futuro dalle prospettive nebulose?!?!
Ma il Sindaco Giorgio, forte del suo zoccolo duro di elettori,  ha una sua «vision» futura a partire dal 2014 ricca di promesse e di sogni di gloria.
Ma mentre la maggioranza è legata «obtorto collo» al Giorgio...
.....e gli Oppositori?.... frastagliati, sicuramente,.... ambiziosi, sicuramente, ....autoreferenziali, sicuramente, ......e che poi non lasciano trapelare i loro desiderata, sicuramente....e le idee? quali progetti per Roccasecca post Giorgio, quali programmi? ad oggi    ....e se tanta gente oggi si trova, in buona sostanza, a fare il tifo nel solito campionato (Giorgio-Abbate) è perché, finora,è sempre stata privata di un proprio campionato, privata di una competizione trasparente di persone e di idee che si sono messe in gioco, che ci hanno messo la faccia,  consapevoli del proprio valore, ma non durante il periodo di elezioni, ma tra una elezione ed un' altra.
Ormai non è più il tempo di confezionare liste rabberciate all' ultimo minuto secondo con il «deus ex machina» di sempre....o con il «Salvatore della Patria» imposto dal Vip Politico di turno.
A fronte di una maggioranza coesa ...l' opposizione è frastagliata e, perdurante questa situazione pensate che si possa invertire l' azione di marcia del declino roccaseccano?
Qualsiasi stupido può criticare, condannare e lamentarsi, e non fare nulla.....e quasi tutti gli stupidi lo fanno.
Ci vuole invece carattere, orgoglio, metterci la faccia, dire basta ...IO NON CI STO ..e fare, agire, mettersi in gioco per essere protagonisti del cambiamento.
Soprattutto essere coesi ed uniti sotto una ladership scelta democraticamente con le elezioni primarie comunali.
Le primarie sono una fonte di pluralismo e giovano alla democrazia. Rafforzano sia il ruolo degli elettori e allo stesso tempo il ruolo dei rappresentanti che verranno eletti, investiti da una più ampia base elettorale. Saranno, quindi più legittimati dalla cittadinanza e meno auto – legittimati dal peso dei voti e/o dai  vertici dei partiti.
Suvvia amici che aspirate al Premierato Cittadino, mostrate gli attributi che non vi mancano, tirate fuori idee e programmi per tirare fuori dal pantano Roccasecca e il Popolo vi seguirà con il CUORE.