28 ago 2013

STANGATA AUTUNNALE -TARES 2013 - PER I CONTRIBUENTI DI ROCCASECCA-

Ieri,  26 agosto 2013, il  Consiglio Comunale, ha discusso al primo punto   ed approvato, il pagamento, in tre rate (ottobre-novembre-dicembre), della TARES 2013, tassa sostitutiva della TARSU
Come volevasi dimostrare: L' Amminstrazione Giorgio Bis,  mai tempestiva, mai progettuale, che sempre decide all' ultimo minuto secondo, anche in questa occasione non si è smentita, anzi, ha dato il meglio di sè.
Ha deciso, visti i tempi risicati di  prorogare il mandato all' Agente di Riscossione Equitalia, di curare la Riscossione TARES,  tramite ruoli , manderà i bollettini a casa dei contribuenti, prima e seconda rata, in scadenze rispettivamente al 31 ottobre 2013 e  30 novembre 2013,  corrispondenti all'80% della TARSU 2012 infine,  a dicembre, il residuo 20%, comunque da conguagliare.
Allora, quali i margini di un paventato risparmio per i cittadini-contribuenti, visto e considerato che con la TARES si devono pagare anche i Servizi (manutenzione strade....illuminazione....ecc.ecc) e la base di partenza è
la famigerata TARSU, iniqua e vessatoria. ?
Il Comitato «NO TARSU» si è battuto strenuamente e continuerà ancora, contro questa ingiustizia dell' Amminstrazione Comunale che ha  reclamato  un gettito TARSU 2011 di 750mila, con la promessa dell' avvio della Raccolta Differenziata Porta a Porta, contro i 330mila fino al 2010.
Ora al Consiglio Comunale di ieri,  il Vice Sindaco, nonchè assessore al bilancio, Prof. Torriero ha avuto l' ardire di precisare che  l' aumento stratosferico della TARSU 2011, non è stato applicato per far partire la RACCOLTA  DIFFERENZIATA, bensì per applicare la legge (?) di quadratura di bilancio, che non era stata applicata negli anni pregressi.
E mo lo viene a fare questo bellissimo e chiaro ragionamento,  avvalorato anche da un non meglio precisato riferimento  di chiamata in causa della  Corte dei Conti che se se ne fosse accorta.......Forse.. allora.. voleva azzardare a dire che i conti, a suo tempo, sono stati taroccati e quindi era arrivata l' ora di mettereli a posto con il tartassamento TARSU 2011?
Chiarisca bene il concetto esimio Prof. Torriero perchè qui si sta rigirando la frittata e c' è proprio qualcosa che non va', si smentisce clamorosamnte quanto deliberato nel 2011con gli atti consiliari n.ri 80 e 131, impugnati dal Comitato «NO TARSU»...
Nella delibera n. 131 figura la voce di spesa di € 115mila per avvio della raccolta differenziata negli ultimi mesi del 2011 (nov.-dic.) e in parecchie altre delibere, veniva sempre posto in rilievo AUMENTO TARSU X PARTENZA RACCOLTA DIFFERENZIATA, come ad esempio la n. 24 del 10 ottobre 2011 nella quale il Sindaco Giorgio stigmatizzava Giovanni Giorgio: L' aumento Tarsu 2011 è stato operato per poter partire con la raccolta differenziata, tenendo conto che all' atto della redazione del bilancio di previsione si prevede l' attivazione del servizio, ad interim, per gli ultimi mesi dell' anno, tenendo conto anche degli altri costi che comunque resteranno a carico del Comune.
Così come il Sindaco ebbe a dire in delibera: se non dovesse partire entro l' anno (ndr 2011) sono pronto a rimborsare gli aumenti.
E vergogna delle vergogne, ieri, la maggioranza, per bocca delo Sindaco e Vice Sindaco, ritrattano, in modo spudorato, gli atti deliberati nell' anno 2011 in merito all' aumento stratosferico della  TARSU.
A questo punto, il Comitato «NO TARSU» esige chiarezza sul capitolo di spesa inerente la raccolta e la gestione dei RFIUTI SOLIDI URBANI ANNO 2011.
La Raccolta differenziata non è partita nè negli ultimi mesi del 2011 e neppure nell' anno 2012......il Comune, però,  si è assicurato il gettito TARSU di  € 734.340,02 a fronte di quali spese ?
Lo devono spiegare ai Cittadini il Sindaco ed il Vice Sindaco ....CHE FINE HANNO FATTO QUEI SOLDI ? E SE IL GETTITO TARES 2013, COME ASSICURANO IN CONSIGLIO, RIDOTTO, A MAGGIOR RAGIONE GLI AMMINISTRATORI CI DEVONO SPIEGARE I COSTI GIUSTIFICATIVI DELLA TARSU 2011.
Firmato: Anna Maria Rossini, Bernardo Forte, Annamaria Matassa