19 gen 2011

ARCORE E NON SOLO......."CARAVANSERRAGLIO "

 ARCORE E NON SOLO...."CARAVANSERRAGLIO"delle gioie del Sultano  ora  alla mercè (vaglio) della temuta e vituperata "MAGISTRATURA"

mentre in Afghanistan si continua a morire e nessuno ne parla (onore all' ultima vittima, dell' assurda guerra, Caporal Maggiore Luca Sanna);   mentre  l' Italia è  in sofferenza per l' assenza della guida governativa sempre affaccendata a seguire le vicende giudiziarie personalissime, a difendersi dall' attacco continuo della magistratura che non demorde, sin dalla sua discesa in campo, nel lontano 1994.
Non mi va di entrare nel merito di chi ha ragione e di chi ha torto, ma è mai possibile che in questo paese, Italia, bisognoso di tutto e soprattutto di una guida governativa  stabile, serena e tranquilla da quando è Governata da Berlusconi non riesca  a vivere una stagione di riforme, una stagione di risoluzione delle problematiche connesse con la crisi economica che attanaglia l' Europa ed il Mondo ?
Ma è mai possibile che i vizi privati del Premier, Silvio Berlusconi, diventati pubblici con le note ed assurde vicende del Bunga Bunga di Ruby-Ribacuori, la marocchina minorenne che con il suo arresto e la telefonata del Premier alla Questura ha dato inizio all' apertura del Carvanserraglio?
Ora, l' ammasso  del fantasmagorico e confuso carnaceo del Carvanserraglio, invece di mettere una maschera e sotterrarsi negli abissi più profondi per la vergogna, cosa fa, complici i media? A briglia sciolte, cerca di accaparrarsi una pagina sui giornali, una comparsata in televisione per dire cosa? Che godevano stare nella fogna  del munifico Sultano?
Sta venendo fuori una realtà ben più pesante dell' immaginario collettivo nazionale ma è  tutta una montatura dei media che danno molto spazio alle notizie che escono dai Tribunali che vogliono far fuori Berlusconi?
Qualunque sia e comunque vada la faccenda, sarebbe arrivata l' ora che la Politica faccia il suo lavoro e la Magistratura anch' essa faccia il suo lavoro, perchè gli Italiani non ne possono più delle fabbriche che chiudono, che le famiglie diventano sempre più povere, che le categorie più deboli abbandonate con una sanità allo sbando, insomma problemi economici, sociali, culturali poichè il Premier contuamente sottoposto a giudizio vuoi per un caxxo, vuoi per un altro.
Allora un richiamo a  Berlusconi e alla Magistratura: "perchè non ritornate alla vostra sacrosanta autonomia senza guerre fratricide?
Gli Italiani hanno bisogno solo di essere Governati e, se Berlusconi si ritrova nell' impossibilità di azione perchè nei casini giudiziari, faccia un passo indietro per il bene dell' Italia