04 gen 2011

LA DIPIETRINA "SPUTASENTENZE" e scivola rovinosamente

LA DIPIETRINA "SPUTASENTENZE"scivola rovinosamente sull' Impianto di Biogas della MAD srl

E' tanto forte il desiderio di mantenere il suo elettorato accaparrato con promesse di chiusura della Discarica di Cerreto che non perde occasione per esternazioni perentorie e  per lo più inopportune.
Della serie si è persa una occasione per tacere.........
Visto che tutti i suoi interventi, interrogazioni, fiaccolate, convegni, e chi più ne ha più ne metta, sono andati a buca, voce inascoltata da tutti, si ostina, però , imperterrita, a sputare sentenze senza una previa preparazione sull' argomento trattato.
Quindi, nonostante gli insuccessi politici che si ostina a pubblicizzare ...dopo la denuncia della Saf SpA la misurata e chiarificatrice esposizione del Nuovo Impianto digestore anaerobico di biomasse per la produzione di biogas della MAD srl, (Energia Pulita non inquinante)

Riceviamo  e pubblichiamo

In relazione all’art.‭ ‬pubblicato in data‭ ‬3‭ ‬gennaio‭ ‬2011‭ ‬riteniamo doveroso intervenire di nuovo.
Il Consigliere Tedeschi,‭ ‬che anche in questa occasione ha dimostrato di non conoscere gli argomenti
di cui parla,‭ ‬ora si dichiara contraria anche al digestore anaerobico di biomasse per la produzione di biogas recentemente collaudato.
Innanzitutto chiariamo che l’impianto in questione non è alimentato da rifiuti,‭ ‬come erroneamente riportato,‭ ‬ma esclusivamente da colture vegetali a scopo energetico e sottoprodotti dell’agricoltura che la Mad srl provvede a coltivare su terreni di proprietà ed ad acquistare sul mercato locale,‭ ‬fornendo una opportunità alle aziende agricole locali che hanno oggi la possibilità di diversificare le produzioni vegetali consentendo una pianificazione a lungo termine.‭
Si precisa che gran parte dei terreni destinati da MAD alla coltivazione,‭ ‬da tempo abbandonati,‭ ‬sono stati recuperati all’agricoltura e gli importanti investimenti fatti,‭ ‬per l’acquisto degli stessi,‭ ‬hanno comportato un ritorno al territorio ed alla popolazione residente dei cospicui capitali spesi.
Anche ciò che la Tedeschi ha considerato un disvalore,‭ ‬in effetti è elemento di merito.‭ ‬Infatti,‭ ‬per la prima volta nel nostro territorio,‭ ‬il problema delle deiezioni animali utilizzate nell’impianto viene trattato conformemente a quanto previsto dalla‭ “‬Direttiva nitrati‭” ‬sottraendo le stesse allo spandimento,‭ ‬spesso incontrollato,‭ ‬sui terreni agricoli.
A‭  ‬proposito,‭ ‬poi,‭ ‬del paventato aumento del traffico indotto,‭ ‬la Tedeschi afferma cose inesatte.‭ ‬Esso,‭ ‬infatti,‭  ‬si concentra in due settimane all’anno,‭ ‬a metà settembre ed a metà giugno,‭ ‬al momento della raccolta del mais o della segale,‭ ‬quando i nostri trattori,‭ ‬attraverso i nostri campi raggiungono l’impianto di biodigestione.‭
Continuiamo ad essere dipinti dalla Tedeschi come coloro che con le proprie iniziative fanno lauti e ripetuti guadagni,‭ ‬producendo inquinamento e peggiorando notevolmente la qualità della vita delle persone che abitano in prossimità della discarica.‭
La verità è tutt’altra.Noi facciamo il nostro mestiere che è quello di produrre ricchezza.
Ma non quella rappresentata dal Consigliere Regionale
Noi assumiamo personale in un momento nel quale non assume quasi più nessuno‭; ‬facciamo lavorare le aziende dell’indotto in un momento nel quale le commesse sono asfittiche e non facciamo loro correre rischi sul mancato pagamento delle loro prestazioni‭; ‬acquistiamo sementi,‭ ‬concimi,‭ ‬attrezzature agricole ed investiamo nella ricerca.
QUESTA E‭’ ‬LA RICCHEZZA CHE PRODUCIAMO.
E‭’ ‬vero che siamo chiamati al difficile compito di gestire una discarica ma,‭ ‬per mitigarne gli impatti sull’ambiente circostante,‭ ‬adottiamo una gestione attenta e precisa,‭ ‬grazie ai rigidi protocolli che vengono quotidianamente applicati,‭ ‬riconosciutaci da Enti pubblici e privati‭  ‬e ci preoccupiamo della salute di tutti i dipendenti che operano quotidianamente all’interno del sito,‭ ‬e che pertanto sono i primi a vigilare sulle prestazioni ambientali,‭ ‬perché molti di loro vivono con le loro famiglie nei pressi dell’impianto e noi stessi vi trascorriamo non meno di‭ ‬12/15‭ ‬ore al giorno.
E proprio al fine di prevenire e mitigare l’impatto complessivo delle nostre attività che abbiamo acquistato e chiuso gli impianti della ex SUILA di San Giovanni Incarico,‭ ‬contigui alla discarica,‭ ‬ove venivano allevati oltre‭ ‬3.000‭ ‬maiali con effetti spesso intollerabili per l’ambiente e,‭ ‬sempre nello stesso impianto,‭ ‬abbiamo avviato una delle più grandi bonifiche dell’intera provincia rimuovendo oltre‭ ‬12.000‭ ‬mq.‭ ‬di coperture in amianto.
Ricordiamo inoltre alla Tedeschi che bruciare i gas che vengono prodotti dalla discarica è UN OBBLIGO DI LEGGE.‭ ‬Noi abbiamo ritenuto di non sperperare tanta energia e ne facciamo elettricità con investimenti esclusivamente privati.
Per gli addetti ai lavori e per chi vuole intendere,‭ ‬ribadiamo che la MAD Srl ha progettato e realizzato un sistema integrato di abbattimento delle emissioni e recupero energetico,‭ ‬unico nel suo genere,‭ ‬in cui sono state implementate le più avanzate tecnologie nel settore ambientale ed energetico.‭ ‬Solo per citarne alcune,‭ ‬nell’impianto sono presenti tecnologie per la post-combustione dei fumi della centrale di produzione di energia elettrica,‭ ‬per il‭ ‬recupero dell’energia termica mediante turbina a vapore in integrazione con impianto solare termodinamico,‭ ‬evaporatori sottovuoto per il‭ ‬trattamento del percolato di discarica,‭ ‬digestori anaerobici di biomasse,‭ ‬impianto per la produzione di biomassa vegetale,‭ ‬impianto fotovoltaico,‭ ‬impianto di recupero energetico da rumore e vibrazioni ecc,
La concentrazione nello stesso sito di diverse tecnologie d’avanguardia e l’accessibilità ai diversi impianti hanno reso la nostra azienda oggetto di visite negli ultimi anni da parte di delegazioni,‭ ‬nazionali ed internazionali,‭ ‬sia di enti pubblici che privati e di numerose facoltà universitarie.
Ribadiamo inoltre,‭ ‬che la produzione di energia in un impianto di biogas prodotto da digestione anaerobica di biomasse agricole è un processo a bilancio zero di CO2.‭ ‬La quantità di anidride carbonica emessa dalla combustione del biogas è pari all'anidride carbonica assorbita dalle biomasse agricole,‭ ‬durante il loro accrescimento,‭ ‬attraverso il processo di fotosintesi
Risulta difficile,‭ ‬a questo punto,‭ ‬comprendere le motivazioni della contrarietà al nostro impianto biogas,‭ ‬quando non più tardi di una settimana fa l’IDV ha presentato una proposta di legge di iniziativa popolare raccogliendo più di‭ ‬100.000‭ ‬firme a sostegno della produzione di energia da fonti rinnovabili tra le quali viene elencata la produzione di biogas da digestione anaerobica.
Abbiamo risposto alle critiche pervenute dal consigliere Tedeschi per ribadire la nostra volontà di conservare con le Istituzioni ed i privati cittadini un dialogo aperto e trasparente.‭ ‬Continuiamo ad offrire la nostra disponibilità al confronto e alla trasparenza invitando alla visita presso il sito e alla condivisione delle nostre prestazioni ambientali.

‭                                                                                                   ‬MAD S.r.l.
‭                                                                                      ‬L’Amministratore Unico