Translate to:

25 apr 2012

"CHAPEAU" ALL' INCHIESTA

"CHAPEAU" ALL' INCHIESTA che oggi 25 Aprile, festa della Liberazione, ha dato ampia dimostrazione di essere un giornale libero, indipendente, democratico che dà voce a chi non ha voce.

INVITO UFFICIALE AD ACQUISTARE E DIVULGARE " L' INCHIESTA" 
Però, prima di riportare il pezzo, ovvero la mia lettera al direttore de "L' Inchiesta", Stefano Di Scanno, pubblicata oggi dal quotidiano, mi corre di dire che, l' aver rivelato agli ignari concittadini di San Tommaso che il filosofo Gianni Vattimo, che domani verrà a Roccasecca è GAY, MISCREDENTE, FAVOREVOLE ALL' EUTANASIA, ha agitato il "viperaio sinistroso" tanto che dalle pagine mi si inviano velati messaggi così riassunti:
L' altro ieri, sono stata paragonata a Anders Behring Breivik, l' autore di 77 omicidi di Oslo, oggi, velatamente, rincarano la dose: sarei omofoba, e appartenete al Ku-Kux-Klan.
Manca solo Piazzale Loreto a Roccasecca....

Caro Direttore Di Scanno,

sono una assidua lettrice ed estimatrice del quotidiano da lei diretto, L' Inchiesta, che questa mattina mi ha dato addirittura l' onore della prima pagina:  L' esponente del "La Destra" Rossini attacca, l' assessore Marcuccili che replica.....E' scontro duro sull' intervento di Vattimo "Un gay-ateo"  non venga a filosofeggiare.
Purtroppo, l' attenta lettura dell' intero articolo, scritto a quattro mani, dai corrispondenti di Roccasecca, Romana Compagnone e Pino Di Maula ha suscitato in me forti sentimenti di indignazione visto come i due redattori hanno affrontato il delicato argomento che investe oltre la cultura anche l' economia e la politica, soffermandosi solo sulle  discussioni apertesi su facebook,  con  commenti, di parte,  e non certo con  bon ton,  ai miei post.....dove avrei usato linguaggio volgare ed offensivo, avendo appellato il Vattimo come gay ed anticlericare, favorevole all' eutanasia e, quindi poco adatto a dare lezione di Cristianesimo.
Insomma, solo  per aver esplicitato un pensiero dissonante dall' Amministrazione, sul filosofo Vattimo Gianni, europarlamentare dell' Italia dei Valori, dando la notizia ai roccaseccani che  è gay, antilericale, favorevole all' eutanasia  sia sul blog che su facebook si è scatenato un putiferio, suscitando un vespaio di contestazioni ai miei scritti tanto da finire sul quotidiano "L' Inchiesta".
Non era mia intenzione, con i miei scritti,  oltraggiare l' esimio professore filosofo Vattimo che merita rispetto e considerazione come prof....come filosofo ...e come persona, bensì era una denuncia all' Amministrazione Giorgio Bis di ammantare un evento politico come solo evento culturale.
Non sono filosofa, caro direttore, ma solo umile e semplice cittadina, nonchè blogger diretta e senza peli sulla lingua.  
Ed a tale proposito Le confesso che a  Vattimo,   preferisco di gran lunga, Massimo Cacciari o meglio ancora Alain De Benoist.
Aborro le mistificazioni ed il plagio di cui l' Amministrazione Giorgio Bis e l' Assessore Marcuccilli sono maestri incomparabili,  come aborro altresì la mancanza di trasparenza degli atti amministrativi.
Perchè non hanno pubblicato la delibera che l' evento che chiudeva i Festeggiamenti di San Tommaso,  Filosofia e Cristanesimo -riflessioni del Filosofo Gianni Vattimo- era stato prodotto e finaziato dalla Dipetrina Locale A. M: Tedeschi ?
Perchè ammantare di cultura un evento politico dell' Italia dei Valori?
Perchè solo dopo che la sottoscritta ha scoperto gli altarini dell' inciucio Sinistroso Sel-IDV, il Marcuccilli ha giustificato che i soldi per pagare viaggio, soggiorno ed altro del filosofo Gianni Vattimo li tirava fuori la Tedeschi ?
E perchè non hanno dato la bibliografia completa del filosofo-gay Gianni Vattimo ?
Forse il timore di un flop di presenze all' arrivo dell' illustre ospite, se si fosse venuto a sapere che era gay, anticlericale e favorevole all' eutanasia ?
Sono tranchant se dico pane al pane e vino al vino...ma non sono filosofa malata di paraculite acuta come Marcuccilli e Tedeschi.
Ma quante falsità riscontrate nell' articolo: pasionaria che sfoggia le sue migliori pose a braccetto con Ignazio La Russa.
Mai conosciuto e quindi mai fotograta con Ignazio la Russa;  se hanno qualche scatto o è un fotomontaggio o una mera invenzione e poi anche se avessi avuto incontro e fotografia con Ignazio la Russa dove è l' oltraggio al pensiero di Vattimo (leggi IDV)
Il riassunto, poi,  con il calcare la mano sui miei presunti toni aggressivi "tranchant" da far vergognare la comunità, i due bravi giornalisti hanno letto nome e cognome e partito politico di appartenenza?
Tutti molto vicini a Marcuccilli e Tedeschi, la plurimputata per diffamazione ( una volta dalla SAF e un' altra dalla MAD), quella che ieri  ha "annartato" il circo mediatico del NULLA al Tribuanle di Cassino e al Boschetto.
Sono "nature" ma l' essere paragonata a Anders Behring Breivik, l' autore di 77 omicidi di Oslo è, questa sì, un' accusa grave ed infamante, oltre che discriminante, altro che chiamare gay un gay.
Sono mortificata ed avvilita, perchè non pensavo proprio di smuovere questo vespaio di vipere velenose che subdolamente, prima cercano di emarginare, chi la pensa in modo diverso e poi lanciare accuse infamanti.
Se voi giornalisti volete un dibattito più evoluto state alla lontana dal mio blog e senza il mio blog non solo non avrete un dibattito evoluto, ma non avrete NULLA, perchè Roccasecca è un paese di pecore opportuniste e le pecore servono solo.