10 apr 2012

UNA CHIMERA

UNA CHIMERA quella del  radicamento, del partito di Tonino di Pietro- IDV- nel territorio Ciociaro e particolarmente a Roccasecca . 

Fuoco fatuo, privo di consistenza,  quello della Dipietrina Locale, A. M. Tedeschi, accesosi alle ultime elezioni regionali del Lazio, con l'acquisizione della poltroncina nei ranghi oppositivi grazie sempre al Sindaco di Roccasecca dr. Giovanni Giorgio che venne ricambiato con la medaglia di una Lista avversaria- Città Futura- il cui capolista dipietrista, Fabio Tanzilli, condusse una campagna elettorale dura e foriera di battaglie-macellose - contro il Vincitore "Giorgio"- distruttore di Roccasecca, ma che, alla luce di fatti, sotto gli occhi di tutti, la fine del ricorso farlocco contro la TARSU 2011, al Presidente della Repubblica poi non richiamato davanti al TAR di Latina.
Per senso di responsabilità, per mero buonsenso aveva detto Tanzilli per non entrare in contrasto con il Comitato "NO TARSU" per avere dal TAR un risultato simile post.
E c' avevamo pure creduto alla panzana del Tanzilli di non gareggiare con il colleghi della Lista Abbate e con la Società Civile (Comitato "NO TARSU"),ma a Lui c' ha fatto  solo una figura "beghina", per non dir altro.
E c' avevamo pure creduto, tant' è che  avevamo chiesto umilmente scusa al Tanzilli per l' aver pensato male di Lui e di Tutta Città Futura,   alla notizia della rinuncia alla prosecuzione del ricorso iniziato davanti al Presidente della Repubblica e da questo dirottato al TAR di Latina.
I Rumors vociferano: Città Futura si è squagliata, non esiste più e non muove paglia che Anna Maria (Tedeschi) non voglia visto che ristà a fare "pappa e ciccia" con Giovanni Giorgio e specialmente, per quanto concerne la battaglia contro la TARSU 2011 il diktat è: NON TOCCATE E NON PARLATE MALE DELL' AMMINISTRAZIONE GIORGIO BIS, mi servono voti e Giorgio me ne può dare una "paccata", intanto mi concede, a breve il "Messia Gianni Vattimo" e poi alle prossime...forse..chissà saremo compagani di partito.
Insomma, sta dando le carte, carte false,  la Dipetrina Locale  visto che tutti i fuoriusciti Ciociari dell' IDV, compresa l' ultima, Giuseppina Bonaviri, competitor alle elezioni di maggio per il rinnovo del Consiglio Comunale di Frosinone, parlano dell' IDV in questi termini:
" nell'idv non esiste  democrazia partecipata, nè  stato di diritto, sono i vertici che con veti incrociati decidono tutto non accettendo condivisione e linearità di intenti ".
Se vere, le voci di strada, anche a Roccasecca i vertici, del  Partito di Di Pietro,(A.M. Tedeschi), decidono senza democrazia la linea politica, disgregano la Lista Città Futura, per accomodamenti personali con il pensierino della "paccata" dei voti di Giorgio che salta dal PD all' IDV?
Anche questo si dice e visto il ritorno della "pappa e ciccia "tra la Dipetrina Locale ed il Sindaco Giorgio.
Ma l' unica certezza è che il radicamento del Partito del Tonino Nazionale, resta solo una "CHIMERA".