Translate to:

22 apr 2012

OLTRAGGIO AI CATTOLICI

OLTRAGGIO AI CATTOLICI con il registro delle coppie di fatto a Cassino e con la venuta del Filosofo-Ateo,  trasgressivo dell' IDV, Gianni Vattimo, a Roccasecca.
padre abate Pietro Vittorelli
 E' domenica, e per i Cristiani della Chiesa Cattolica è giorno di riposo e preghiera, di convivio ed anche, per chi può, gita fuori porta.
Ma, pare che a Cassino e a Roccasecca, le rispettive amministrazioni ce la stiano mettendo tutta per affossare i Cattolici ed il Cattolicesimo in nome di una non meglio precisata libertà di costumi, di modernità di pensiero, a cominciare dalla rivisitazione della famiglia, quel nucleo primordiale della società, composta da Papà( uomo), mamma (donna) e prole  con lo stravolgimento di questo costrutto sociale.
Arrivano,  e lievitano  i gay, le lesbiche, i trans, e coppie di fatto, ed essendo in aumento esponenziale,  reclamano diritti di famiglia e, chiaramente i partiti politici come l' IDV, alla ricerca di consenso elettorale, ci si butta a pesce.
A Cassino, l' Amministrazione è targata IDV con sindaco Petrarcone che con tanti pensieri e tante priorità cosa fa? Accontenta L' Impastato Igor Fonte e le sue moderne ideologie di partito (IDV).....il Registro delle Unioni Civili   ...che non serve ad un tubo, ma la muscolatura politica di chi comanda a Cassino è chiara.
Ha fatto bene il Padre Abate, Dom Pietro Vittorelli a bacchettare, duramente l' Amministrazione Petrarcone.
L' Amminisrazione Petrarcone, inconcludente, trasgressiva, aiutata dai  Moderati dell' UDC, che per la poltrona, con questo consenso hanno  abiurato al loro ruolo di rappresentanti dei Cattolici Cassinati.
Dovevano dimettersi in massa Fardelli, Iannone, Volante, ed umilmente riconoscere l' errore di aver contribuito alla vittoria di una compagine (IDV e Sinistrozzi vari) che hanno valori che collidono con i cattolici.
A Roccasecca, è un' altra storia,  seppure sempre di affermazione dei valori che collidono con il cattolicesimo roccaseccano.
L' Assessore alla cultura, Alessandro Marcuccilli, invita ai festeggiamenti di Sant Tommaso, a disquisire di Cristianesimo-Cattolicesimo del Beato Angelico, un ATEO, un miscredente, un gay dell' IDV prezzolato del Partito di Di Pietro.
Gianni Vattimo al GAY PRIDE  di  Genova.
 Infatti, si legge su un quotidiano di oggi, che l' Amministrazione di Roccasecca ed in prima persona l' Assessore Marcuccilli  ha  pregato, il prof. Vattimo, filosofo di chiara fama mondiale,  all' evento cuturale più unico che raro   per Roccasecca,  a riflettere sul Pensiero Tomistico.
E udite udite ....il costo sarà zero per l' amministrazione perchè la Dipietrina Locale si è sobbarcata di tutti gli oneri logistici (?) e spese di ospitalità (mangiare bere e quant' altro ).
E comunque, caro Assessore  i soldi sborsati non sono personali della Tedeschi,  ma i famosi "rimborsi elettorali" di cui si parla tanto in questi giorni sempre del Popolo Italiano e quindi anche dei Roccaseccani.
Soldi nostri che  sinceramente, sono sempre uno sperpero dei denari anche dei cattolici di cui Vattimo non si riconosce.
Vattimo che, con tutto il rispetto per il filosofo, non può venire a parlarci di Cristianesimo e di San Tommaso, visto e considerato che il suo pensiero è chiaro:
"Sono Ateo",  "Io sono un pervicace sostenitore del diritto al suicidio assistito", "sono Gay", "Sono per le Coppie di Fatto",Sono stato Komunista ed ora, per opportunità dell' IDV" ecc. ecc.
Quindi, il comune sentire  della Comunità Cattolica Roccaseccana  è che l' arrivo di Vattimo è un oltraggio alla terra di  San Tommaso, visto che ci sono numerosi  professori di alta caratura religiosa,  più idonei di Vattimo, senza svilire il prof. dell' IDV, agli approfondimenti Tomistici.
E' solo un evento politico che intenderebbe portare lustro e voti al Partito di Tonino. Punto.
Auspico che come a Cassino il Padre Abate ha mostrato il suo profondo dispiacere e rammarico per il registro della coppie di fatto, così a Roccasecca, cattolici locali,  i parroci locali e la Curia Vescovile, battano un colpo e rendano  pubblico il proprio dissenso.