24 apr 2012

DUE TESTE E QUATTRO MANI

 DUE TESTE E QUATTRO MANI per portare all' attenzione pubblica, in maniera distorta ed offensiva, una querelle oltretutto fondata sul NULLA, dicono.

Ho letto con molta attenzione il quotidiano " l' Inchiesta " di questa mattina e devo ringraziare i giornalisti per la particolare attenzione al mio pensiero del "NULLA";....  ma già, sono di Destra e, quindi,  natura e non cultura, come dice il filosofo Gianni Vattimo in visita pagata dall' IDV, nei prossimi giorni a Roccasecca.
Pacatamente e traquillamente tra le tante verità dei due bravi giornalisti circa la querelle su facebook dai toni piuttosto accesi, salta agli occhi qualche fa manifesta falsità.....mai conosciuto e quindi mai fotograta con Ignazio la Russa;  se hanno qualche scatto o è un fotomontaggio o una mera invenzione e poi anche se avessi avuto incontro e fotografia con Ignazio la Russa dove è l' oltraggio al pensiero di Vattimo (leggi IDV).
Il riassunto, poi,  con il calcare la mano sui miei presunti toni aggressivi "tranchant" da far vergognare la comunità, i due bravi giornalisti hanno letto nome e cognome e partito politico di appartenenza?
Tutti molto vicini a Marcuccilli e Tedeschi, la plurimputata per diffamazione ( una volta dalla SAF e un' altra dalla MAD), quella che ieri  ha "annartato" il circo mediatico del NULLA al Tribuanle di Cassino e al Boschetto.
Marcuccilli ha replicato eccome, altrochè, su Ciociaria Oggi,  informtevi cari.
Sono "nature" ma l' essere paragonata a Anders Behring Breivik, l' autore di 77 omicidi di Oslo è, questa sì, un' accusa grave ed infamante, oltre che discriminante, altro che chiamare gay un gay.
Sono mortificata ed avvilita, perchè non pensavo proprio di smuovere questo vespaio di vipere velenose che subdolamente, prima cercano di emarginare, chi la pensa in modo diverso e poi lanciare accuse infamanti.
Se voi giornalisti volete un dibattito più evoluto state alla lontana dal mio blog e senza il mio blog non solo non avrete un dibattito, ma non avrete NULLA, perchè Roccasecca è un paese di pecore opportuniste e le pecore servono solo.
DICEVA MUSSOLINI: "COME SI FA A NON DIVENTARE PADRONI DI UN PAESE DI SERVITORI ?"