10 ago 2012

GIOIA E TRIPUDIO......SI FESTEGGIA !!!!!!....

GIOIA E TRIPUDIO......SI FESTEGGIA !!!!!!....IL TRIBUNALE  della Città Martire, Cassino, risparmiata da "Attila-Severino", grazie, in primis al Comitato " Nessuno Tocchi il Tribunale", poi a tutti gli altri, nessuno escluso,  che si sono spesi per la causa.

Quando la passione, il crederci, l' intelligente ed indefesso lavoro di "menti pensanti", come ha scritto su face book, la stakanovista del Comitato, Patrizia Menanno, si fondono in un tutt' uno, chiamando all' appello anche il Divino, allora il risultato è certo,viene raggiunto.
Oggi, all' ora di pranzo la buona novella è stata battuta da Ciociariaqui trovi il link di Ciociaria oggi e da Interno 28,it qui trovi il link di interno 28.it e da questi traslata sul mio facebook: IL TRIBUNALE DI CASSINO E' SALVO....Il Tribunale di Cassino è stato considerato dal  "Ministro-Accetta", Severino,  un forte presidio giudiziario in un  territorio caratterizzato da una significativa presenza della criminalità organizzata, insieme a Caltagirone e Sciacca in Sicilia; Castrovillari cui sarà accorpato il tribunale di Rossano, Lamezia Terme e Paola in Calabria;
A Cassino viene inoltre  accorpata la sezione distaccata di Gaeta.
Il Governo Monti, insomma, ha deciso di mantenere i presidi giudiziari nelle aree ad alta infiltrazione di criminalità organizzata.
Grazie a Dio non sono stati cancellati, per lo spending review,  i gloriosi 151 anni di storia TRIBUNALIZIA CASSINATE, avamposto per la lotta alla criminalità organizzata servente  un bacino d' utenza di oltre 225mila abitanti+gli abitanti che ruotano intorno a Gaeta (LT).
Per chiudere, la Città Martire, è stata considerata BALUARDO INDISPENSABILE DELLA LEGALITA'  della Terra Laboris+ di parte della provincia di Latina (mare e monti)
Tutto è bene quel che finisce bene, a noi non resta che ringraziare nuovamente chi, con determinazione, coraggio,  si èsacrificato e si è adoperato con enorme sofferenza, anche, per portare avanti la giusta battaglia per evitare il disastro economico- sociale, che  la soppressione del TRIBUNALE avrebbe comportato.
Termino con le parole del Padre Abate di Montecassino Don Pietro Vittorelli esternate a Repubblica di Roma.it
"E' il risultato di un lungo lavoro svolto in sinergia fra tutte le istituzioni e le formazioni sociali e politiche che hanno lavorato, in unità di intenti, per salvaguardare un indubbio bene comune della città e del territorio, baluardo contro la criminalità" .
Si bravi tutti e grazie a tutti, ma sono e resto fermamente convinta che se non ci fosse stato il Comitato dei professionisti  capitanati da Clemente e Menanno che hanno elaborato e/o fatto elaboare dati e controdati e condotto studi che hanno convinto la Severino, il risultato non sarebbe stato. LA SALVEZZA. 
Per cui grazie a tutti i politici ma un GRAZIE GROSSO QUANTO UNA CASA al COMITATO "NESSUNO TOCCHI IL TRIBUNALE"