26 ott 2009

L' ECONOMIA IN CADUTA LIBERA


e Bossi perora la causa di Tremonti "Vice Premier"a discapito del Popolo delle partite Iva
Le piccole e medie imprese soprattutto del ricco ed opulento Nord Est, pascolo della Lega, stanno attraversando un periodo veramente critico da tutti i punti di vista e il Senatur cosa fa?, invece di pensare a dare sollievo agli imprenditori e insufflare il Ministro dell'economia, Giulio Tremonti a trovare nuove strategie economico-finanziarie corroboranti gli impreditori in difficoltà, si adopera, e non poco, ad assecondare le manie di potere e di poltrona da Vice Premier del Giulio Nazionale.
Si rammenta che fino a questo momento la politica, o meglio la non politica, economica, l'inazione, insomma, del Ministro Tremonti ha contribuito a creare delle crepe catrastofiche nelle aziende, soprattutto piccole e medie in costanza di una crisi economica mondiale che non ha eguali simile a quella degli anni 70 e 92 ma con una flessione "del 25% dell'export, del 13% degli investimenti, del 27% della produzione industriale con picchi del 30, del 40 e del 50% e un calo del 5,8% del pil "( parole di Marcegaglia) .
E Giulio, invece di pensare e darsi una mossa per politiche supportanti l' economia, si impunta e minaccia le dimissioni se non diventa Vice di Berlusconi, stoppata da alcuni personaggi importanti del PDL ( Fini) ma Bossi gli dà man forte insiste e detta la sua legge a Berlusconi.
In che mani stiamo!!!!!!!!!!!! nello stallo governativo più assoluto perchè la maggioranza dell'esecutivo è in tutt'altre faccende affaccendato "spartizione" delle poltrone a Governatore del Veneto e della Lombardia alle prossime elezioni regionali.
Quindi del programma presentato agli elettori che tanti consensi ha prodotto, non se ne parla, anzi se Berlusconi esterna spot tipo: "Irap, tassa iniqua da abolire subito", "riduzione Irpef ed altre imposte"; gli fa eco subito Tremonti: " Non metto coperture finte sotto spese vere, come vorrebbe Fini".
Eppure, mai come ora il Popolo delle Partite IVA avrebbero bisogno di una Governo che, con coraggio, riduca le spese e abbassi sostanziosamente il carico fiscale delle imprese soprattutto piccole e medie, partendo magari dall' Irap così come promesso e anche se non è possibile "d'amblai" che si inizi a fare un pò alla volta, già dal prossimo anno