29 ott 2009

LA BARRA AL CENTRO


Ben ferma, senza virate a destra o a sinistra, ferma richiesta del Popolo dei "MODERATI"

Gli ultimi accadimenti, oltremodo scandalizzanti e struggenti, verificatesi nella Regione Lazio, lasciano sì, l' amaro in bocca a tutti e generano ed alimentano la sfiducia nell' attuale classe politica, ma non bisogna sconoscere che, nel contempo, danno una spinta ribellativa a fortificare quelle sane anime che anelano con tutto proprio essere al che la nostra bella Italia dia segnali di ritornare ad essere additata come "Patria di Santi, Poeti e Navigatori e di gente operosa onesta eticamente e moralmente.
Quindi, da una negatività bisogna trarne una positività e il Popolo dei MODERATI, portambandiera delle anime popolari, democratiche, liberari e cristiane, avendo a cuore le sorti di questo disastrato paese hanno da tempo intrapreso il percorso di discontinuità dell'ambiguo ed ambivalente "bipolarismo-bipartitismo" con una sollecita riaggregazione di tutti i Centristi ed in questa ottica avevano visto con rispetto e speranza "La Costituente di Centro" avviata da Casini, Adornato, Pezzotta, Tabacci.
Tabacci che delusione!!!!!!!!!!!!"con la scusa che l'UDC "non può riassumere da solo tutte le potenzialità del centro" aderisce d' amblai" al Manifesto di Rutelli, fuoriuscito della ultima ora dallo "tsunami" del Partito Democratico proprio il giorno successivo alla elezione di Bersani a Segretario del Partito e certamente questo non depone a suo favore; forse ha voluto giocare d' anticipo e spiazzare Fioroni e Marini?
Ha commesso un errore tattico e strategico, contravvenendo ai dettami dell'etica centrista di riaggregazione, perdendo di vista la "Barra al Centro" che il nuovo Manifesto sembrerebbe spostare a Sinistra visti i primi firmatari: Rutelli, Cacciari. Dellai ecc. ecc. solo con l'illusione dell'accaparramento dei voti di Rutelli nella Capitale e/o nella Regione Lazio.
Rutelli non sarà certamente l' unico, altri esponenti Popolari che non si ritroveranno (?) più nel nuovo corso del PD targato Bersani, formeranno un altro Partito di Centro e noi MODERATI, avendo un back ground democristiano di tutto rispetto, ancora una volta constatiamo con dolore la frammentazione delle anime democristiane che non giova punto a nessuno.
Il nostro, potrebbe proprio essere un grandissimo Partito Popolare, con il ritorno alle antiche e mai sopite glorie Democratico-Cristiane se soltanto tutti i pezzettini di Movimenti, Fondazioni, partiti politici, persone provenienti dalle più diverse realtà professionali, di volontariato e di impegno civile, una volta per tutte, abbandonassero la visione del piccolo loro orticello per essere più lugimiranti, alzare gli occhi al cielo verso "l' infinito" o più terra, terra al riferimento "il globo terrestre".
Stiamo lasciando arare a personaggi che stanno affossando l' Italia: Il parlamento che non legifera più perchè fa tutto il Governo decretatore, il CSM altamente politiccizzato, così come la Magistratura impegnati a fare la guerra al Governo, il Capo dello Stato un giorno sì e l'altro pure attaccato e vilipeso e intanto la crisi economica si sta sviluppando in modo virulento, ma dicono che si è in ripresa, boh! Ma le fabbriche chiudono e i lavoratori o in cassa integrazione o sul lastrico.
Le province e le regioni pasticciate normativamente ecc. ecc.
Lo vogliamo capire che CI DOBBIAMO UNIRE TUTTI NOI MODERATI EX O NUOVI DC?
Vogliamo umilmente porci all' ascolto delle tante anime che vagano ed anelano ad una sana e buona politica?
Resta comunque apprezzabile il lavoro tutti gli altri Movimenti Centristi, compreso il mio dei MODERATI, stiamo facendo quello che manca è la coesione che porta all' Unione che come si sa fa la forza.I
Un abbraccio sincero da una Democristiani doc