04 dic 2011

MISERO BOTTINO "TARSU 2011"

MISERO BOTTINO  "TARSU 2011" CHE a mala pena riesce a coprire  il Debito Fuori Bilancio riconosciuto all' Unione Cinque Città nell' ultimo Consiglio Comunale e soggetto all' ennesima rateizzazione.

Infatti, l' incasso di circa 60mila euro, a novembre 2011, dei "famigerati" ruoli  TARSU TARTASSATORI E INIQUI, in contenzioso al TAR, non lasciano spazio ad elucubrazioni mentali-filosofiche  perchè non servono allo scopo per cui richiesti, ovvero far partire la Raccolta Differenziata,  se a stento coprono una tranche del vecchio debito riconosciuto all' Unione (150mila euro).
Siamo al 4 dicembre e i soliti Rumors Roccaseccani rappresentano al Comitato "NO TARSU" che le trattative in corso, tra l' Amministrazione Giorgio Bis con l' Unione Cinque Città, per far partire il servizio di raccolta differenziata, si sono interrotte.....stop alla differenziata......per quale motivo?
Forse proprio perchè gli avvisi di Equitalia pagati sono stati proprio pochini :60mila euro contro i 734mila richiesti, mentre per far partire il servizio i lungimiranti amministratori roccaseccani, avevano stanziato nella delibera impugnata dal Comitato "NO TASU" EURO115.000.
I Cittadini hanno aderito in massa al Comitato, hanno sottoscritto in massa, il proprio NO alla Vessazione Giorgiana della "Monnezza" spinti da una ribellione civica ai soprusi ed alle inefficienze: LA LIBERTA' ed il DESIDERIO di giustizia Vola sulle ALI delle IDEE a lungo compresse dalla FORZA del SILENZIO, esplodono VIVE alla LUCE dei VALORI FORTI dell'ETICA delle Coscienze.
Siamo tutti fermamente convinti che il TAR accoglierà il ricorso anche perchè ben modulato in diritto e nel merito e prova provata che a Roccasecca nell' anno 2011 non ci sono stati servizi nè di raccolta differenziata, nè di indifferenziata.
FIDUCIA NELLA GIUSTIZIA ...FIDUCIA NEL TAR DEL LAZIO
IL COMITATO "NO TARSU"