Translate to:

11 dic 2011

MONTI DECURTA

MONTI DECURTA LE INDENNITA' PARLAMENTARI e monta la rivolta del "NOMINATI PARLAMENTARI" - “Decidiamo noi, lede l’autonomia del parlamento”
palazzo-montecitorio-camera-dei-deputati-roma.

Sti caxxi..........ma questi ci sono o ci fanno ?...Incoerenti, raccogliticci, senza vergogna e senza dignità, accettano e sottoscrivono come giusto e sacrosanto tutto il resto del Decreto Montiano "Salva Italia" con i soli sacrifici della maggior parte degli Italiani e difendono senza pudore i propri privilegi di Casta.
Con una mossa, il Monti voleva riportare  una regola di equità visto che l’indennità di un deputato italiano ammonta oggi a 11.704 euro al netto della diaria, mentre la media delle retribuzioni nell’eurozona è invece di 5.339 euro.
Ma la Casta Intoccabile mostra gli artigli, si risente e spuoratamente protegge in tutti i modi e in tutte le maniere i "Privilegi Acquisiti ".
Ma il Popolo, alfabetizzato internauta, insorge e, messi alle strette, gli onorevoli nominati, cercano di mettere una "pezza a colori" e dicono: non con decreto ma con emendamento della commissione camerale.
Ma quando ?
Per il Popolo Sovrano, la benzina è aumentata subito, l' ici pure, lo stop alle pensioni dei poveracci anche ecc.eccc e tutto con decreto del Nuovo Governo Tecnico targato Prof.Monti.
E se si può decretare per il Popolo Sovrano , mi puzza un pò che non lo si possa fare per i Deputati ed i Senatori, insomma per la CASTA che COSTA.
E se non si taglia li, dice Storace (La Destra),  questo ha ricaduta anche sulle regioni. E sugli stipendi dei sindaci e via discorrendo, visto che tutto e’ collegato agli emolumenti di Montecitorio e Palazzo Madama.
E Tito Boeri aggiunge : Ma perché non ridurre le dotazioni di Camera e Senato, forzandoli a tagliare i compensi poco trasparenti offerti esentasse ai parlamentari? E perché non sciogliere i consigli provinciali anziché solo le giunte?
Cosa pensa un cittadino-elettore-di normale intelligenza a questo punto ?  Altro che allontanarsi dalla politica e lasciare campo libero a questa "masnada" truffaldina.
Ci si unisce  "L' ITALIA CHE SUDA E SI SACRIFICA", cui viene prospettato lo spauracchio del default  dal Governo Tecnico, Governo che tassa e tartassa subito dove è facile, che fa stringere ancora la cinghia ai soliti noti portandoli alla  povertà  per SALVARE L' ITALIA, Governo, però, che non si deve permettere di far fare sacrifici con la decurtazione degli stipendi portandoli a 5.000 euro perchè questa materia non è di competenza del Governo bensì del Parlamento.
Ora basta !!!!!!!!!!!!!!! il bicchiere è colmo!!!!!!
Cari Deputati e Senatori, il Popolo Italiano vi invita, per ora cortesemente,  a RIDURVI  L' APPANNAGGIO MENSILE E  DA SUBITO ( 31 DICEMBRE 2011)