04 lug 2012

L' ULTIMA VERGOGNA DI MONTI

L' ULTIMA VERGOGNA DI MONTI -SPENDIG REVIEW SULLA SANITA'- con chiare ricadute anche sulla povera gente ammalata della Regione Lazio, Governata dalla Polverini che già ha tagliato, chiuso, gli Ospedali ( es. Del Prete di Pontecorvo) e non rimborsa ex Lege n. 13 del 09.01.1989

 Noi Ciociari siamo  già  martoriati e vilipesi dalla Renata Nazionale che "accetta" la Sanità Laziale, nel mentre elargisce stipendi d' oro, benefit e Vitalizi alla sua Corte di Nominati.
Ci mancavano pure Giarda-Monti, ben impinguati di moneta, scippatata dalle tasche del popolo Bue,  a rifare la rivisitazione della spesa sanitaria per non aumentare l' aliquota IVA....
Ma ci sono tanti settori dove si annidano gli sprechi (finanziamento ai Partiti-stipendi e vitalizi super ai parlementari -nel Senato, alla Camera dei Deputati, nella Presidenza della Repubblica -Regioni-tutti i carrozzoni a qualunque titolo messi su dai Politici ecc.ecc.) si doveva proprio ritoccare  la SANITA' già all' osso ?
E il premier Monti che è anche Ministro Economico così come la Governatrice Regione Lazio, Polverini,  non hanno  un minimo di sensibilità per la criticità della situazione economico-sociale  in cui versa il Popolo Sovrano.
L' amara verità è che loro si trattano bene, mentre  la "povera" gente tassata, tartassata, non deve avere avere voce, neppure  per giusta indignazione, bensì subire passivamente.
Tempi biblici per un  contributo di legge ad un disabile per abbattere le barriere architettiniche di casa.....e in forse di ottemperanza, .....visti i pochi fondi Regionali, così è stato risposto questa mattina da una scostumata al n. tel. 06/51686218 dell' Istituzione che ha aggiunto, con supponenza che Lei è un funzionario e non un' assistente sociale.
Si badi bene chi si sta reclamando un diritto di legge e non un' opera assistenziale alle persone bisognose.
Fuori luogo la risposta e molto offensiva sia per coloro che necessitano di assistenza vera e propria che per coloro che richiedono  l' applicazione di un diritto di legge come il caso "de quo".
Stare dietro alla scrivania del posto fisso non da, a nessuno, il diritto di essere arrogante e con la puzzetta sotto il naso.
Alla  Regione Lazio  è stata prodotta domanda di concessione di contributo per il superamento  e l' eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati , ai sensi della legge 9 gennaio 1989 n.13.
Tale domanda vene presentata al Sindaco del comune di Roccasecca il 23 maggio 2008 prot. 3889  e dal Comune  trasmessa, dopo un anno, il  2 marzo 2009 prot. 1635 alla Regione L azio. 
Son trascorsi ben quattro anni e secondo la "funzionaria -non assistente sociale -intelligente - gentile educata ", bisogna attendere ancora e non si sa per quanti anni e se ci saranno i soldi visti i tempi.....
Della serie .....soldi per i Vitalizi ci sono e per la legge n. 13/89 per i Disabili forse...ma...non si sa quando.