01 lug 2012

LA LIETA NOVELLA PER L' ETERNIT E'

LA LIETA NOVELLA PER L' ETERNIT E' che il Tribunale di Cassino-Vendite Giudiziarie, finalmente,  ha venduto il 12 giugno u.s.  la  Srl Avicola Ciociara  della zona Panniglia-Scolpeto di Roccasecca e, al nuovo proprietario, il diktat di RIMUOVERE L' AMIANTO DEI CAPANNONI DELL' EX PULCINAIA, NEL BREVE TEMPO
Tribunale di Cassino
 E' quasi al capolinea l' annosa questione della ex Pulcinaia di Roccasecca  sottoposta alla  procedura concorsuale del fallimento, essendosi venuta a trovare in uno stato di insolvenza.
Gli organi fallimentari e soprattutto il Curatore Fallimentare ha avuto la sua bella gatta da pelare per districarsi nei meandri dell' attivo e del passivo e sul riparto finale.
Ma i capannoni, ahinoi di Roccasecca, erano strutture di ETERNIT che con il tempo, sottoposto alle intemperie degli agenti atmosferici, sole-vento-pioggia-grandine-neve, è diventato un focolaio di particelle nocive alla salute.
Nocive per l' ambiente e per l' essere umano, ovvero chi quelle particelle le respirava giorno dopo giorno (i residenti di Zona Scolpeto-Panniglia)
E  poichè di tempo ne è passato parecchio e gli organismi interessati ( Comune-ASL-Arpa Lazio) si sono attivati sì, sempre su esposti come quello della sottroscritta in qualità di Presidente di un ex Movimento Politico,  segnalazioni di residenti, raccolta di firme, acclarare la PERICOLOSITA' DEL SITO che doveva essere sgomberato perchè SITO DI MORTE.
Ma di chi è stata la responsabilità per non aver imposto agli organi preposti dal Tribunale alla cura della Procedura Concorsuale della Soc. Avicola Ciociara?
Comunque il passato è passato è il presente che conta.
Il Tribuale ha venduto quella FABBRICA DELLA MORTE e l' acquirente, nel più breve tempo possibile, max 20 giorni, deve attivarsi per sgomberare quell' ETERNIT, che attenta alla VITA della COMUNITA' DI SCOLPETO-PANNIGLIA-ROCCASECCA TUTTA E NON SOLO