Translate to:

19 apr 2009

La Società ENERGAS Spa


Libera Vicolo Paolozzi dalla pericolosità del Bombolone di Gas e i residenti traggono un sospiro di sollievo

L'inquietudine dei residenti di Vicolo Paolozzi e d'intorni stava raggiungendo un'acme indescrivibile, vista l'impotenza a risolvere da soli l'annoso problema dell'ordigno abbandonato da anni insistente su un terreno antistante l'ex Asilo Infantile gestito dalla Suore di Carità.
Si erano rivolti, poverini, al Sindaco, ad alcuni Assessori di maggioranza ed opposizione, alla ASL, Ufficio di Igiene e profilassi, all'ENERGAS, insomma, a destra e a manca trovando un muro inaccessibile, una sordità intollerante e, sicuramente, non risposte alle loro richieste che si concretizzavano, in ultima analisi, nel loro sacrosanto diritto alla salute e alla vita.
Non intendevano e non intendono più vivere, loro, gente normale, con villette carine e giardinetti curati, fianco a fianco con terreni degradati e abbandonati alberi pericolanti, erbacce, habitat malsano di insetti vari, serpenti, vipere, pipistrelli, per non parlare di topi, cani e gatti randagi e sollecitano tutte le autorità competenti alla salvaguardia ambientale, in primis, gli Ammistratori di Roccasecca, a bonificare, in vista dell'estate, quei terreni di Via Vicolo Paolozzi.
L'appello è stato rivolto, ultima spiaggia, ai "MODERATI" che, come nel loro stile, si sono, attivati per dare risposte concrete a quei Cittadini di Roccasecca di Vicolo Paolozzi bisognosi di pulizia, igiene, tranquillità e serenità, senza la spada di Damocle dell'ordigno inquinante e a rischio esplosione.
Comunque un piccolo, grande passo, è stato fatto, con la rimozione del bombolone di gas, e questo, grazie al sollecito intervento di un Funzionario ENERGAS SpA, tecnico esperto e persona responsabile.
Un grazie va al Sig. Fi. che sabato u. s. con l'ausilio dell'escavatorista Sig. M. A. ha proceduto alla difficile operazione di portarsi nell'impervia zona, tra rovi e alberi di alto fusto caduti, scavato, riportato alla superfice il bombolone, trasportato e con una piccola, gru issato su un camioncio e via.... il pericolo.
I residenti hanno potuto così trarre un sospiro di sollievo e ritornare alla calma quotidianetà.
Tutto grazie ai "MODERATI" e soprattutto grazie al quotidiano "La Provincia" che ha contribuito, con la pubblicazione della notizia, a sensibilizzare la Società ENERGAS SpA, così è stato riferito dal tecnico fuonzionario Sig. F.