Translate to:

11 apr 2009

Via Francigena Sud da Roma a Brindisi


Avviato lo studio di fattibilità

Cassino è comune capofila del progetto culturale-turistico-ambientale della Regione teso a valorizzare l’antico itinerario storico-religioso della via Francigena del Lazio che da Roma arrivava fino al porto di Brindisi. Il Comune ha affidato lo studio di fattibilità “Terra di San Benedetto” ad un’associazione culturale da presentare poi alla regione che a sua volta lo inserirà insieme a quelli di altri enti interessati delle varie province attraversate dalla famosa via Francigena.

La Regione coordinerà le iniziative che, a vari livelli istituzionali e locali, interverranno su questo particolare aspetto del patrimonio e del territorio, individuato come una chiave di valorizzazione integrata e di sviluppo economico sostenibile. Il lavoro interdisciplinare di uno specifico gruppo tecnico regionale ha portato all’individuazione di un tracciato, interamente praticabile a piedi o in bicicletta, di cui è stato avviato anche il recupero fisico e la messa in sicurezza coordinando diverse risorse finanziarie regionali. Le direttrici di attraversamento riguardano il Lazio meridionale e orientale attraverso le vie consolari Appia e Casilina e di conseguenza la terra di San Benedetto che venne attraversata spesso dai pellegrini, nei secoli scorsi, diretti verso le Puglie per imbarcarsi a Brindisi per l’Oriente e la Terra Santa.

Si tratta di riscoprire una rete di sentieri che sfruttano il tracciato delle antiche vie romane con interventi di conservazione, ripristino e messa in sicurezza del percorso o interventi per la realizzazione o l’adeguamento di punti sosta attrezzati al servizio degli escursionisti lungo i percorsi ciclo-pedonali, l’installazione di strumenti di orientamento e accessibilità, segnaletica e cartellonistica della via Francigena. L’obiettivo è di ricreare le condizioni della vecchia via e quindi di attrarre quei turisti appassionati di percorsi storici.
(Il Messaggero)