06 set 2009

"LE CANTINE DE NA VOTA"

Manifestazione settembrina di enorme e acclarato successo

Un Evento davvero stupefacente, " Le Cantine de na vota", che ha visto una larghissima partecipazione di degustatori di leccorniè roccaseccane, pasta i fasur, tsechelle, salsicce alla brace e intenditori di buon vino ciociaro come il cesanese del piglio.
E' il nono anno che le Cantine del Castello di San Tommaso di Roccasecca,  per l' occasione ripulito e illuminato a giorno, si sono aperte per ospitare tanta gente desiderosa di un momento di condivisione conviviale senza distinzione di sesso, di età,  di "status" sociale, di partiti politici, ma tutti accomunati da un unico desiderio: godersi e godere la vita, dimentichi, per una serata, della crisi economica, dei malanni fisici e psicologici complici soprattutto la musica friccicarella, taranta e pizzica ballata  dai gruppi folkloristici  ciociari coinvolgenti gli astanti che non si son fatti pregare, anzi, allegramente, prima timidamente e poi senza inibizione si sono gettati nell' allegra mischia.
La naturale bellezza scenica del Castello Medievale dei Conti d' Aquino, messo a nuovo di recente, ha fatto si che la manifestazione da  "godereccia"  del fisico si trasformasse anche in godimento puramente culturale e spirituale; insomma un mix di appagamento del corpo e della mente.
A tutti quelli che hanno partecipato e apprezzato la bellezza del luogo e la bontà delle specialità della Cittadina di Roccasecca, Patria di San Tommaso, nochè i vini delle "Cantine de na vota"  li invitamo al passa parola e ci teniamo a comunicarVI che Vi aspetttiamo sempre più numerosi a braccia aperte e con il cuore in mano.