24 set 2009

LA STORIA INFINITA


DISASTRO ALL' ALA NUOVA DEL CIMITERO
e l' ex assessore Bernardo Forte si erige a paladino dei defunti

Le piogge dei giorni addietro hanno reso impraticabile il Cimitero e fatta affiorare la pericolosità dell' impianto elettrico fatiscente e non a norma.
Ma i MODERATI, in tempi non sospetti ed in più occasioni, avevano denunciato il degrado e lo stato di pericolo dell' intera struttura.
Il Forte, però, all' epoca era Assessore e se ne era guardato bene dal prendere in cosiderazione le istanze dei MODERATI e soprattutto adoperarsi per risolvere l' annoso problema e dare dignità al luogo sacro dei nostri amati defunti ma è stato sempre ostativo alle buone idee di tutela della povera gente.
All' improvviso, o meglio, il giorno dopo il disatro si riempie di " pietas" e lancia strali contro i suoi ex Compagni Amministratori.
Accuse gravissime, quelle formulate dall' ex Assessore ai Lavori Pubblici all' Uffico Ragioneria e al delegato al Bilancio da un quotidiano locale: un preventivo di spesa di 12.000 euro, dice l' ex defenestrato, "fumati" queste le sue parole: "Nell' ufficio ragioneria i conti della mattina non ritornano la sera"; allora c' è l' allegra contabilità, dicono i Moderati.
Da sempre chiediamo di chiarire il vero stato contabile-amministrativo, che fine fanno i soldi che arrivano dello Stato, Regione ed Europa e dei cittadini come nel caso del cimitero ma con esito negativo.
Mentre chi sa, il Forte, quando gli conveniva, stava zitto, mentre ora, alza la voce e si picca di farsi portavoce dei familiari dei defunti in aperta contestazione contro il Sindaco e la Giunta tutta.
I cittadini sono indignati di cotanta spudoratezza e si chiedono perchè non si dimette, invece di far venire alla luce il sudiciume di questa accozzaglia di politici, Lui sa dove sono finiti i soldi anticipati " cash" dagli utenti, acquirenti i nuovi loculi e i richiedenti la risistemazione,visto che le ditte,che hanno eseguito un blocco di lavori non sono state ancora pagate.
Si dimetta pure l' assessore al bilancio, accusato dal Forte.
Insomma, credo proprio che sia arrivato il momento della verità e forse di un azzeramento dell' Amministrazione Giorgio
Il Presidente dei Moderati
Anna Maria Rossini

ROCCASECCA: A PROPOSITO DEL CIMITERO, IL SEGRETARIO G. BUTTAZZO IN DATA 07.06.2008 SCRIVEVA

UNA BELLA PROPOSTA DEI MODERATI
ROCCASECCA: UN SECONDO CIMITERO ALLO SCALO

NECROPOLI

Il cimitero dovrebbe essere una area giardino dove tumulare i defunti; quindi, al di la dello individuale rapporto con la fede, sicuramente, tutti dovremmo essere accomunati da un condiviso senso del decoro.
Il cimitero ha ormai raggiunto e oltrepassato, in termini di degrado, la linea di demarcazione che separa la cura dall’abbandono.
Sebbene esistano dei doveri, questi sembrano sfuggire a tutte le autorità e cosi la incuria delle aree verdi si associa ai cedimenti strutturali della perimetrazione, difatti vistose crepe appaiono e mi farebbe piacere che fossero oggetto di perizia.
Non da meno l’impianto elettrico dei loculi mi sembra cozzi con vigenti normative.
Resta ancora irrisolta, infine, la questione del denaro versato da parte di cittadini per i nuovi loculi e mi chiedono di rappresentarvi la loro volontà di essere rimborsati.
Ancora una volta si parla di espansione, ammesso che a Casalvieri siano d’accordo e che la montagna voglia e possa sopportare altre violazioni scellerate.
Non sarebbe da prendere in considerazione l’edificazione di un secondo Cimitero nella zona dello Scalo?
Avremmo così una opera dal più basso costo di realizzazione mentre quello di Roccasecca Centro potrebbe essere riqualificato a Monumentale.
Ancora una disattenzione da parte di chi si proponeva di progettare il futuro; sembra che questi uomini ignorino che in qualsiasi momento come diceva Ernesto la campana può suonare anche per loro.

Il Segretario Nazionale dei Moderati
Giovanni Buttazzo

CIMITERO ALLAGATO

Ciociaria grande giornale scopre l’acqua calda. Già un anno fa i Moderati in un articolo dal titolo “ NECROPOLI ” pubblicato dal Quotidiano “ LA PROVINCIA “ a firma del sottoscritto Illustravano con grande dovizia e documentazione lo stato in cui versava il cimitero di Roccasecca allora come oggi solo che il Consigliere Forte era allora Assessore. Espirmiamo la vicinanza a quanti interessati da questo triste episodio ed in particolar modo al ragazzo che si è ferito sperando che il risarcimento sia elargito dai responsabili fisici e non da un Ente che nulla ha fatto per prevenire.

Il Segretario
Giovanni Buttazzo