08 set 2009

L' EX ASSESSORE FORTE


Modesto e risibile nelle Sue contumelie contro i MODERATI

L' ex Assessore ai Lavori Pubblici, Forte Bernardo, ha scelto il quotidiano " La Provincia" per le ridicole smentite e per i volgari ed offensivi contrattacchi nei confronti di chi lo ha messo palesemente in difficoltà ovvero, I MODERATI.
Ce l' ha messa proprio tutta per minare la credibiltà dei Moderati, ma in modo dilettantesco e senza alcuna etica sociale e politica tanto che, come un boomerang, gli si ritorcerà sicuramente contro.
Il Vice Presidente dei Moderati, Silvio Tedeschi, ha esaustivamente, rappresentato l' etica politica dei Moderati, il loro percorso, breve, è vero, ma ricco di iniziative per il bene dei cittadini di Roccasecca, tant' è che il partito politico Italia dei Valori, si è più volte complimentato per le attività dei Moderati e proprio il 25 agosto u.s. ha inviato all' Amministrazione un documento con 10 domande, a cui ancora il Sindaco non ha risposto, e la cosa che mi preme mettere in rilievo, sintetizzanti, tutte e dico tutte le pregresse battaglie dei Moderati.
Così come mi preme mettere in rilievo il clamoroso successo del Moderato, dr. Nota Crescenzo, condidato del Collegio Roccasecca, Colle San Magno, Castrocielo, Colfelice sotto la bandiera dell' UDC, alle ultimissime elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale.
Dov' era il millantatore Forte? Non certo tra le fila dell' UDC perchè NESSUNO LO HA VISTO; ed ora abbia il coraggio di smentirmi; a che cosa e a chi si riferiva quando alludeva al lavoro svolto ed ai mancati riconoscimenti dopo aver consegnato al partito 103 tessere all' UDC?
La politica è passione, idealità e servizio per la collettività anche se non si è nelle Istituizioni e non riduzione a servizio mercenario di tessere al miglior offerente.
Con la Sua nota offende, non solo i MODERATI, ma tutta la collettività senziente che fino ad oggi ha avuto fiducia ed ha dato consenso ad un soggetto che dice bugie, che irride e deride, maldestramente, un nuovo soggetto politico che sta facendo sana e buona politica, riconosciuta dai media, dai partiti politici che contano come l' UDC con cui è confederato da tempo, dal locale PD e dal suo attuale partito di appartenenza PDL.
Che nella destra c'è una babele di lingue è cosa nota: Berlusconi, Fini, Bossi, e a Roccasecca se ne è aggiunta un' altra quella dell' ex assessore Bernardo Forte, neo adepto del partito di Berlusconi.
Mentre il Coordinatore di Collegio del PDL, Claudio Alfano, cerca ripetuti contatti telefonici per fissare incontri preliminari con il Movimento Politico Moderati, per aprire un discorso di alleanze per il prossimo rinnovo del Consiglio Comunale di Roccasecca, il neo associato al PDL, Bernardo Forte, cosa fa? Vanifica il lavoro di Alfano e addita il Movimento e i Leaders come "ciarlatani di un ipotetico movimento politico".
Allora si faccia un bell' esame di coscienza perchè la Sua carriera politica la conosciamo a menadito con tutte le alternaze partitiche a senso unico con un unico beneficiario: Lui stesso.
E' solo Lui che dice e sdice sull' attuale Consesso Amministrativo dove, fino a poco tempo fa, occupava un posto in Giunta come assessore ai lavori pubblici e come tale sono sotto gli occhi di tutti le opere incompiute con ponteggi fissi e mai rimossi come il Convento di San Francesco e l' ex Asilo infantile delle Suore);
è sempre Lui che pubblicizza la Sua defenestrazione dall'assessorato, all' arrivo dei soldi dalla Regione Lazio, sputando fiele contro il Sindaco Giorgio con lunghi memoriali ai giornali di lasciti clamorosi ed abbandoni rancorosi con il Sindaco Giorgio: ci dica perchè se il suo operato era ineccepibile;
sempre Lui che firma con tutti i consiglieri di opposizione note intimidatorie ultima quella richiedente un Consiglio Comunale urgente per la rimozione dell' autovelox di Pozzi di Caprile.
Ma con quella nota ci ha chiarito che sta ancora in maggioranza, con quella maggioranza negletta ed eterogenea che sta portando allo sfascio Roccasecca e i Roccaseccani.
Insomma noi MODERATI rispediamo al mittente le ingiurie, le parole offensive e tutto ciò che ne consegue, sicuri e sereni continueremo la nostra politica per la gente, tra la gente, con la gente e siamo fieri e orgogliosi di proseguire in nostro viaggio con l' UDC e a tale riguardo comunichiamo che il prossimo 11-12-13 settembre p. v. saremo anche Noi a Chianciano alla grande festa dell' UDC e della Costituente di Centro saremo protagonisti.