02 set 2011

COMITATO ANTI-TARSU

COMITATO ANTI-TARSU per difendere i Cittadini di Roccasecca dall' iniquo tartassatore,  Sindaco,  Giorgio Giovanni

che durante la campagna elettorale, per essere eletto,  ha promesso mari e monti, giustizia sociale, meno tasse e miglior tenore di vita per la Comunità.
Ma la Comunità apprende che il debiti  amministrativi aumentano, siamo a quota  885.559,92 euro solo quelli fuori bilancio, e questi brillanti nostri amministratori intenderebbero ripianarli con mutuo della Cassa Depositi e Prestiti (debiti su debiti).
Ma questa strada era già stata intrapresa dai nostri brillanti "economisti " già da ben due anni e sempre la Cassa DD e PP ha risposto "NO" non si fanno mutui a questa Cassa per i debiti fuori biliancio cercate altrove la moneta che VI salverà dal DISSESTO.
Quindi, anche questa volta per il traccheggio e boccheggio per un'altro anno, solo per questo, alla richiesta degli € 885.559,92 la Cassa DD.e PP. risponderà "NO" e quindi ?
Poveri Roccaseccani !!!!! Ma forse si aspettano di rimpinguare le Rosse Casse Comunali con la TARSU ?
Intanto gli avvisi di pagamento di importi esorbitanti e stranamente DOPPI-TRIPLI-QUADRUPLI che non si riesce a venirne a capo di come siano stati raccordati e perchè così strampalati.
Ma il Comitato Anti-Tarsu, in itinere, si prenderà cura di scoprirne l' arcano e cercare in tutti i modi legali di far procedere all' annullamento dei ruoli nelle competenti sedi.
Ma già è in atto un ricorso al TAR per far annullare la scellerata delibera con il quale il  Consiglio Comunale raddoppiava la TARSU, la raddoppiava ma non la triplicava o quadruplicava come sembra dagli Avvisi Equitalia  in corso di consegna postale.
Il Ricorso al TAR, si badi bene,  è frutto di una idea dell' Opposizione della Lista Abbate che già nella delibera incriminata avevano votato contro e tramite il Consigliere Sacco, aveva promesso, per la tutela dei Cittadini Tutti, che si sarebbero attivati in tutti i modi ed in tutte le maniere.
Ora, tramite i supporter della Lista Abbate, che mai li hanno abbandonati, Abbate, Colantonio e Sacco, hanno dato l' incarico ad ul legale per curare    il ricorso al TAR con il precipuo fine di far annullare dai Giudici Amministrativi la DELIBERA DI AUMENTO DELLA MONNEZZA.

A tale riguardo, mi corre l' obbligo di chiarire alcune voci circa la sola mia sottoscrizione ma senza esborso  economico.
Non mi esonero mai dall' assumere le mie responsibilità ed è per questo che, per fugare qualsiasi dubbio, circa la mia onestà e l' assunzione delle responsabilità conseguenti ad UNA FIRMA, questa mattina  ho chiamato l' Arch. Antonio Abbate, capolista dell' opposizione e l' ho reso edotto della mia piena e solidale partecipazione al GIUSTO RICORSO non solo con la FIRMA ma anche con l' ESBORSO DELLA QUOTA DI MIA SPETTANZA
Questo è il mio dovere di Cittadina Onesta.