14 set 2011

" NO TARSU "

COMITATO CITTADINO " NO TARSU " per  una strategia chiara, incisiva, identitaria per non essere schiacciati e disuniti dalle  forze esterne che hanno preso di mira il Movimento

Quello che ha contraddistinto il Comitato "NO TARSU", fino a questo momento, è la  coesione, ovvero,  la risultante di quel processo per cui un insieme di individui diventa un gruppo e si mantiene come tale, resistendo alle forze che possono tendere alla separazione.
Questo gruppo, si è formato spontaneamente il 7 settembre u.s. per un' azione incisiva contro l' esorbitante ed iniquo balzello della tassazione comunale relativa ai rifiuti solidi urbani, con azioni legali e  a tutela  dei - contribuenti-tartassati- dalla Giunta di Giovanni Giorgio  che con delibera n.  80   del 16.06.2011 ha aumentato in modo sconclusionato e stratosferico la  TARSU 2011,    la tassa TARSU, oltrettutto abrogata e sostituita dalla T.I.A.
La nascita di questo gruppo coeso di cittadini che mettono da parte le tante diversità :Sopra-Sotto; Destra -Sinistra, per non parlare dei localismi, è un segnale forte di riscossa del POPOLO MARTORIATO E TARTASSATO DI ROCCASECCA.
Quindi, il Comitato "NO TARSU" è APOLITICO ED APARTITICO ed opera nella più completa autonomia.
Le azioni intraprese fino a questo momento sono state :
1-Sottoscrizione del Ricorso al TAR del Lazio di quattro componenti dell' attuale comitato (Rossini Anna Maria, Bernardo Forte, Merolle Antonietta e Di Adamo Giovanni).
Ricorso curato dall' avv. Massimo Di Sotto del foro di Cassino,  tendente a fare annullare la delibera n. 80 C.C. el 16.06.2011 che imponeva per l' anno 2011 per lo smaltimento dei RRSSUU, una nuova tariffazione duplicata (ma gli avvisi che stanno arrivando sono duplicati, triplicati, quadruplicati, quintuplicati e non si riesce a capire perchè);


2- Raccolta firme PRO-COMITATO da sabato scorso, nelle due Piazze Principali del Centro e dello Scalo per iniziare un' azione legale del Comitato in tandem con il ricorso dei 4 cittadini,  sempre a cura dell' Avv. Massimo Di Sotto.
Ed ora nella considerazione che necessita una vera e proprio strategica  organizzazione per dare incisività al percorso del Comitato "NO TARSU", in una cittadina abituata a lotte solitarie spesso suicide o peggio fratricide.


Domani  sera, 15 settembre 2011  inizia il vero e proprio lavoro del COMITATO " NO TARSU" con coesione e democraticità.