23 set 2011

LE COOP DELL' ACCOGLIENZA

LE COOP DELL' ACCOGLIENZA di disperati che fuggono dalla fame e dalla guerra, sono Cooop lucrative a norma di legge che operano anche in Ciociaria....


e che, oltretutto,  hanno il potere di agire in completa autonomia dalle Amministrazioni Locali che non vengono preavvisate,  se non con un fax della della stessa, due ore ante l' arrivo, così riferito dall' Amministrazione di Roccasecca,  dove, l' altra settimana, un privato ha accolto, Lui si, accoglienza a pagamento ( fitto di 2-3 villette ad euro 1.600 mensili ) circa trenta extracomunitari.
Ma i fitti delle abitazioni di  Roccasecca sono di gran lunga più bassi e quelli delle villette isolate più bassi ancora e quindi, questa accoglienza, caro ci costa  e non danno qualità di vita agli ospiti.
Sono circa 30 i ragazzi Africani e Pachistani ecc. che a tutt' oggi non hanno lo status di rifugiati politici, checchè se ne dica in giro e non si capisce chi siano e che cosa facciano a Roccasecca.
La Coop.,  di cui appureremo tutto, a breve, è stata di una scorrettezza più unica che rara perchè ha agito sottotraccia non mettendo al corrente dei maneggi con il proprietario che non vive a Roccasecca.
I Rumors vociferano che per ogni ragazzo la famosa Coop. incassa circa 40 euro al giorno ( più dei carabinieri e dei pensionati); poichè i ragazzi sono 30 facendo due conticini terra terra  40x30= 1.200 sono gli euro  che lo Stato (ovvero noi cittadini Italiani) scuce per l' accoglienza.
E' normale che le Coop, con i soldi statali, quindi nostri, prendono accordi sottobanco con privati disponibili a fare affari, senza preavvisare la Polizia Locale, l' Amministrazione Comunale, i Carabinieri  e la Cittadinaza Tutta?
Pare proprio di si ed allora .....non siamo in un paese normale con politici normali che fanno leggi anormali.
Auspico, però,  che questi ragazzi, queste persone,  fuggite  da guerre, persecuzioni di razza, di genere e di religione,  costrette ad abbandonare il loro paese di origine non solo per motivi economici, ma soprattutto per motivi di sicurezza personale, e catapultate a Roccasecca, che non offre NULLA, trovino non solo un tetto, un giaciglio e un piatto caldo di pura sopravvivenza, assicurato ora dalla Coop, ma la stessa Coop, deve e dico, deve, attivarsi per far si che di quei 40 euro, una bella fetta venga spesa per loro, poveri diseredati e bisognosi di Tutto.