26 ago 2011

CANTA ..NAPOLI

CANTA NAPOLI ...A QUESTO SI E' RIDOTTA LA PRIMA SERATA DEL XVII FESTIVAL INTERNAZIONALE DI SEVERINO GAZZELLONI.....ALTRO CHE "GALA' DELLA LIRICA"   .......CHE DELUSIONE PER GLI AMANTI DELL'OPERA


accorsi numerosi alla "Piazza Longa" di Roccasecca, con la consueta aspettativa, di godersi l' annuale serata inaugurale con le note arie delle conosciute opere: Traviata, Carmen, Barbiere di Siviglia, La Bohème considerata la presenza del soprano Katia Ricciarelli, del tenore Francesco Zingariello e del baritono Carmine Monaco.
Mai visto un raffazzonamento di serata come quella di ieri sera,  senza scaletta nè locandina di quello che lo spettatore avrebbe ascoltato.
Anche il presentatore Tonino Bernardelli, seppur affiancato dalla bella Roberta Cangeri, in verità non all' altezza del compito (meglio in Mezzogiorno in famiglia) non era il solito, come nel ricordo, brillante e preparato, ma ha trasmesso solo disagio per l' arrabbattamento di una griglia da inventare e presentare all' istante o forse nostalgia per non avere i soliti compagni di lavoro.
Ma, la serata è stata deludente  sia per la poca lirica che per la prestazione della  datata star, Katia Ricciarelli, insomma abbiamo visto in diretta il tramonto di una  stella o meglio una stella -"il suo  tramonto" - e non son bastate le belle canzoni del repertorio classico napoletano, il bravo tenore Zingariello e il baritono Monaco, il maestro Quadrini e l' orchestra.
Tra le personalità politiche presenti l' Europarlamentare Francesco De Angelis (PD) che ogni anno ripete che ha giocato nella squadra insieme ai figli di Gazzelloni e la concreta On.le Anna Teresa Formisano  che ha omaggiato il Sindaco, Giovanni Giorgio, con una medaglia della Camera dei Deputati dei 150 anni dell' Unità d' Italia.
Ma come mai erano assenti gli unici due rappresentanti Roccaseccani nelle istituzioni Regione Lazio e Provincia?

I Cittadini di Roccasecca si aspettavano l' onorevole presenza di A. M. Tedeschi e di Antonio Abbate, doverosa quest' ultima, per l' incarico prestigioso e munifico (ha finanziato anche il XVII Festival Gazzelloni)   di Assessore alla Cultura della Provincia di Frosinone.
E' stata notata da molti quest' ultima prestigiosa assenza che da voci di rumors roccaseccani  sembra sia stata dovuta ad un niet del Sindaco Giovanni Giorgio.
Eppure l' Arch. Abbate  oltre che concittadino è anche Consigliere Comunale e assessore alla cultura provinciale, sponsor della serata.

O forse Giorgio aveva paura di un confronto diretto  con l' avversario delle passate elezioni comunali?
Ma che timore può avere ? Se non riesce a capire che è Lui il primo cittadino con la fascia tricolore e che  nessuno gliela potrà  togliere, se non democratiche elezioni o volontarie dimissioni, o per il venir meno della maggioranza.

Ma proprio in questo ruolo, con la fascia tricolore,  deve avere rispetto per tutti gli altri concittadini e se soprattutto ricoprono ruoli istituzionali sovracomunali finanziatori dell' evento culturale, come l' Ass.re Provinciale, arch. Antonio Abbate.