02 ago 2011

L' EX OSPEDALE P. DEL PRETE

L' EX OSPEDALE  P. DEL PRETE  diventa Centro di Eccellenza Neuro Riabilitativo della Neuromed ....altro che riconversione della Pubblica Sanità

Nell' ottica del risanamento dei conti della Sanitò Laziale, pare che chiuda definitivamante i battenti l' Ospedale Storico di Pontecorvo per  diventare una succursale dell' Irccs Neuromed di Pozzilli, centro di eccellenza per la cura di Ictus, Parkinson ed altre malattie neurologiche.
Il Popolo Giallo si deve mettere l' anima in pace, non possono rimproversi nulla le hanno provate tutte le strade per la conservazione del Nosocomio del loro cuore.
Qanti ricorsi e controricorsi, ma tutti bocciati dal TAR, così come tutte le manifestazioni legittime ed illegittime non hanno sortito l' effetto sperato di far ritornale il Presidente della Regione Lazio, Renata  Polverini, sui suoi passi.
L' ospedale Pasquale del Prete di Pontecorvo è chiuso e sicuramente non verrà neppure ricovertito come promesso, visto che nel frattempo, sembra sia al  vaglio della Presidente Laziale, Polverini, una succosa proposta prodotta dalla NEUROMED per un Centro di Eccellenza Neuro-Riabilitativo nel Sud Lazio e proprio nella struttura ex Del Prete di Pontecorvo Prov. di Frosinone.
Se questo fosse vero e andasse a buon fine l' accordo, il sacrificio, per l' utenza ciociara tutta e non solo pontecorvse  varrebbe proprio visto che la
Neuromed, pare , si sia detta disponibile a garantire nella struttura occupata dal presidio ospedaliero di Pontecorvo le attività svolte nel proprio istituto, nonché parte di quelle fino a qualche mese fa attive nella struttura ospedaliera. La Neuromed, ad ogni modo, si è anche detta disponibile a individuare le peculiarità sanitarie da predisporre nella struttura del «Pasquale Del Prete». In sostanza l’Irccs molisano vorrebbe creare un polo d’eccellenza alleggerendo anche il servizio sanitario regionale dei relativi costi di gestione.
Praticamente, da una negatività se ne può trarne una positività, come la commistione pubblico-privato una strada per risanare la Sanità con un' offerta di eccellenza  per non parlare di posti di lavoro e di rilancio dell' economia pontecorvese.
La ricetta sembra buona, speriamo solo che sia messa in opera, condita con AMORE.