08 gen 2014

DEPURATORI ACEA SOTTOSEQUESTRO E ROCCASECCA ALLACCIA CON ACEA

Dopo l' affaire della Sangalli Giancarlo &C. srl,  con il mistero del contratto non reso pubblico, ecco spuntare un altro buon affare dell' Amministrazione Giorgio......Il depuratore dello Scalo ad ACEA con altro indebitamento alla Cassa DD e PP per 1.000.000 di euro.

La  Giunta Giorgio di Roccasecca, proprio il 23 dicembre 2013, con atto n.165 deliberava la costruzione del depuratore allo Scalo, località Sabatina, demandando ad ACEA ATO 5 tutte le incombenze e di approvare il progetto definitivo del Concessionario-Gestore ACEA, convenzionalmente obbligato per le opere connesse con il Sistema Idrico Integrato, per la realizzazione dell' impianto di depurazione e collettore di avvicinamento della Rete fognaria di Roccasecca Scalo il tutto, così si legge in delibera per un importo complessivo di € 4.185.500 di cui € 2.700.000,00 per lavori a base di appalto compresi gli oneri di sicurezza ed € 1.070.000 somme a disposizione dell' amministrazione, oltre a € 415.500,00 quale I.V.A.
Poi l' amministrazione ha pure richiesto un Mutuo alla Cassa DD.PP, ammontante ad € 1.000.000, 00 (un milione ).
A parte questa nuovo impianto e gestione, i Cittadini di Roccasecca pagano  fior di soldoni ad ACEA con le bollette esorbitanti includenti la depurazione delle acque e la regolare tenuta degli impianti di depurazione di Caprile e Roccasecca.
Ora, Noi di «Roccasecca Libera»  siamo venuti a conoscenza che gli impianti di depurazione dei Comuni Frusinati di  Ferentino, Anagni, Frosinone, Ceccano, Fiuggi, Veroli e Trevi Nel Lazio sono stati messi sotto sequestro per l' evidenziazione di ARPA di  una serie di irregolarità nelle procedure di depurazione delle acque trattate e che finora risultano indagate sette persone ritenute responsabili, a vario titolo, di gestione illecita di sistemi di depurazione, frode nelle pubbliche forniture, falsità ideologica e danneggiamento, causato da 10 anni di malagestione dei depuratori e altri reati fino ad arrivare a FRODE NELLE PUBBLICHE FORNITURE....
E' vero che lo scandalo Depuratori Acea di ieri,  non inerisce il Comune di Roccasecca, ma è altrettanto vero che i trattamenti, la manuntenzione di Acea ai due impianti che insistono sul territorio Roccaseccano  pare che siano stati e siano,  agli stessi livelli di quelli degli altri messi sotto sequestro dal N.O.E per non parlare dei  disservizi relativi all' erogazione dell' acqua, alle perdite ecc...ecc così numerosi e reiterati di condutture obsolete colabrodo ...
Come mai il Sindaco Giorgio non diffida ACEA come ha fatto il Sindaco di Ceccano Emanuela Maliziola? E' tutto a posto come con la ditta di smaltimento rifiuti «Porta a Porta» Sangalli Giancarlo & C. Srl?