14 gen 2014

E DELLA MINI TARES DEL 16 febbraio 2014 ?

L'Amministrazione Giorgio si vanta dai giornali di aver scongiurato il pagamento della Mini-Imu di piccioli 12 euro, quando non si  è vergognata di aumentare dal 100% al 500% le aliquote TARSU 2011-2012 con pesanti ricadute sulla TARES 2013 e Mini-TARES 2014....altro che mini-IMU

Dal quotidiano  Cassino Editoriale di oggi, 14 gennaio 2014, l' assessore Torriero, tranquillizza i cittadini contribuenti e chiarisce che, avendo  nella fase di stesura del  bilancio preventivo lasciato invariata l' aliquota IMU, non si è   applicata la Mini-IMU sugli immobili di Roccasecca.
Infatti, proprio perchè hanno lasciato invariata l' aliquota.....Ma perchè hanno lasciato invariata l' aliquota? perchè, in contemporanea,  avevano dato la «mazzata» TARSU e non di 12 euro come la Mini-IMU ma di ben 100-150 euro (mediamente) per non avere servizi come la Raccolta differenziata promessa e vedere Roccasecca pulita.
Quindi, solo puro caso, altro che le chiacchiere giornalistiche  dell' assessore al bilancio Torriero.
Ai Contribuenti di Roccasecca, possessori di immobili, non è stata richiesta la Mini-IMU perchè erano già stati tartassati dalla TARSU, e per l' anno 2013 ancora non si capisce bene l' ammontare complessivo della TARES.
I cittadini si rivolgono a noi di «Roccasecca Libera», Anna Maria Rossini, Bernardo Forte, Annamaria Matassa e Danilo Chiappini e ci assillano con domande circa la tassazione comunale nell' anno 2014 di cui l' assessore non parla, perchè sarà pesantissima.....si chiama IUC.
L' assessore Torriero illustri con onestà intellettuale la IUC, la nuovissima Imposta Unica Comunale, che si pagherà proprio a partire dal 2014 e sarà composta da tre diverse componenti, quali l’IMU, la Tasi e la Tari, la prima già nota, la seconda rivolta a coprire gli oneri dei servizi indivisibili dei comuni, la terza rivolta alla componente relativa i rifiuti solidi urbani la maggiorazione della TARES o Mini – Tares come viene oggi chiamata, anche qui interpretabile come un ulteriore saldo richiesto ad una parte dei contribuenti italiani, che nel 2013 non hanno ancora completamente assolto i loro obblighi nei confronti del fisco e dello stato
Ecco le scadenze conosciute:
Mini – TARES – 16 febbraio 2014
IMU – 16 giugno e 16 dicembre 2014
Tari e Tasi –non si capisce ancora nulla ...
Forse, l' assessore Torriero, ferratissmo in materia,  potrebbe spegare meglio di noi, ai Cittadini-Contribuenti,la MAZZATA TASSE COMUNALI DEL 2014