22 giu 2012

NON VOGLIAMO MORIRE PER L' ETERNIT


NON VOGLIAMO MORIRE PER L' ETERNIT SPRIGIONATA DALLA PULCINAIA (Soc. Avicola Ciociara -Fallita-) della zona Scolpeto-Panniglia di Roccasecca ancora non rimosso, nè bonificato, nostante i sopralluoghi  dei Vigili, della ASL e dell' Arpa che ne segnalavano l' estrema pericolosità e ne intimavano la rimozione.
PULCINAIA (Soc. Avicola Ciociara -Fallita-)-Roccasecca
Sopralluoghi, è bene ricordarlo, in seguito alla denuncia della sottoscritta prodotta personalmente, e fatta protocollare, nel lontano 22.05.2008, dve si dettagliava lo stato di degrado in cui versava la ex  "Pulcinaia" fabbricata con lastroni di Eternit,  pericoloso per la salute dei residenti per cui urgeva intervento per la rimonzione e bonifica.

Qualche passaggio significativo della denuncia  (punti 2 e3) :
2- il manufatto in fibrocemento , una volta detto cemento-amianto. è diventato di estrema pericolosità visto e considerato il lungo tempo di esposizione agli agenti atmosferici (acqua, vento, grandine, nebbia ecc.) che hanno reso il materiale FRIABILE e USURATO.
3- i cittadini di zona Scolpeto sono seriamente disagiati e preoccupati per l' esposizione quotidiana, soprattutto dei BIMBI e degli ANZIANI ( soggetti deboli) alle FIBREDI AMIANTO poichè è notoria l' associazione della volatilità delle fibre alle malattie  dell' apparato respiratorio ( asbestosi , carcinoma polmonare ) e delle membrane  sierose, principalmente la pleura ( mesoteliomi ) e che tali malattie molti anni dopo l' esposizione: 10-15 per asbestosi e 20-40 per per il carcinoma polmonare e il mesotelioma.

I chiamati in causa si catapultarono a controllare, visionare, la veridicità della denuncia, ed emettere il verdetto: SI E' VERO......SONO LASTRONI ETERNIT ESPOSTI ALLE INTEMPERIE METEOROLOGICHE.....SONO PERICOLOSI PER LA SALUTE....VANNO RIMOSSI.
Burocaticamente a posto, ma la Fabbrica della Morte- la ex Pulcinaia della zona Scolpeto- Panniglia è ancora lì a seminare per l' aria  le particelle di amianto.
Situazione di pericolo, quindi,  aggravatasi con il crollo di circa mq 130 del tetto, causa  la straordinaria nevicata di febbraio scorso.
Praticamente, si sta consumando nell' indifferenza delle Istituzioni e nel  silenzio dei media una immane tragedia del Popolo Roccaseccano e non solo, visto che le particelle della morte volano in aria e più tira vento e più volano e potrebbero dirigersi anche verso i Comuni limitrofi di Colfelice, San Giovanni Incarico, Pontecorvo.
Allora, con il presente Post, alcuni Cittadini di Roccasecca, sollecitano i sensibili amministratori di Roccasecca,  Colfelice, San Giovanni Incarico, Pontecorvo ad attivarsi subito, per la salute pubblica, di cui sono responsabili, e CHIUDERE, LA FABBRICA DELLA MORTE PER ASBESTOSI E MESOTELIOMI - LA EX PULCINAIA DI SCOLPETO-PANNIGLIA.