27 giu 2014

«CLEAN CITY», DA MONZA A FROSINONE....IL PROCESSO RICOMINCIA

Il Tribunale di Monza rimette gli atti  processuali «SANGALLI»,  al Tribunale di Frosinone, limitatamente ai Ciociari:- De Santis, Ricciotti e Tullio-.....punto e a capo... 

La notizia viene riportata dal quotidiano «CIOCIARIA» di ieri, 26.06.2014.
I tre ciociari coinvolti nel nell' inchiesta «clean city» per corruzione, turbativa d'asta pubblica, truffa aggravata ai danni di ente pubblico ed emissione di fatture false, hanno richiesto ed ottenuto il trasferimento del processo da Monza a Frosinone.
I giudici di Monza avevano contestato ai Ciociari, arch. Giovanni Battista Ricciotti  e Vice Sindaco Fulvio De Santis, la tentata concussione, mentre  l' imprenditore Giancarlo Tullio, l' emissione di fatture false.
Pare che a Monza stiano tutti patteggiando, cosa succederà a Frosinone, visto che  tutti gli atti di Monza, annullati, azzerati, si ricomincia tutto con le indagini preliminari del GIP ?
Con l' auspicio, che la giustizia frusinate, faccia chiarezza su questa brutta storia di mazzette, fatture false, malaffare e turbativa d' asta.
Anche il «Comitato NO TARSU» di Roccasecca aveva cercato e cerca tutt' ora la chiarezza e la giustizia su quei famigerati aumenti TARSU 2011, ma con esito negativo, visto e considarato che il Comune di Roccasecca non ha concesso neppure l' accesso agli atti di cui alla delibera n.131 del 23.09. 201,   richiesti il 09.09.2013 prot. 6972, dai membri del  direttivo del Comitato «NO TARSU», che  riportava tra gli altri costi, quelli  sostenuti dal Comune per la raccolta dei rifiuti solidi urbani per affitto, aggiusti, e compagnia bella alla NET URBAN dell' imprendiotre Giancarlo Tullio:
-spese per noleggio compattatore alla società Net Urban € 25.000,00;
-spese per gasolio per n. 2 autocompattatori € 40.600,00.