26 giu 2014

LA «LITURGIA» DEI FONDI REGIONE LAZIO

L' Ufficio Lavori Pubblici del Comune di Roccasecca, ogni anno, dal 1980,  copia ed incolla 20 richieste di fondi (stessi importi e per medesime opere pubbliche), richieste o che  non vengono esaudite o quelle rare volte che vengono  esaudite, il Comune non li spende e la Regione glieli revoca. 
Anche quest' anno, e proprio ieri, la stessa sequela di delibere di giunta del 23.06.2014, dalla n. 60 alla. 81, omissis la n. 79, sono state pubblicate all' albo pretorio on-line con la solita «liturgia» di richieste fondi per: strade, pista ciclabile, scuole, asilo nido, chiesa San Vito, chiesa San Francesco,Completamento del Restauro e Riqualificazione del Castello dei Conti d'Aquino, rete fognaria, eliminazione barriere architettoniche a Roccasecca Scalo, etc etc (20 progetti).
Insomma, la «liturgia» è pronta e pubblicata, perchè la scadenza perentoria annuale della Regione Lazio è il prossimo 30 giugno 2014.
Fiumi di moneta per i soliti progetti, in bilancio anche per il 2014 ?, in parte finanziati dalla Regione Lazio ed in parte autofinaziati dal Comune ( e dove li prende i soldi?)
Singolare, comunque, è che parecchi di questi progetti vengano presentati e ripresentati nel corso degli anni, vengano chieste e richieste coperture di fondi regionali che, per un verso o per l'altro non arrivano e se puta caso, qualcuno arriva, non si dà seeguito e non si segue con la dovuta diligenza, tant' è che la Regione Lazio se li riprende (es. Finanziamento Chiesa di San Francesco) ...mistero della fede!
Sarebbe pura follia pensare che tutti e 20 i progetti presentati, vengano tutti accolti da Zingaretti e finanziati nell' anno 2014.....allora?
Il cittadino comune, non si capacita, sul  come mai, dal dal 1980, la Regione Lazio ha emanato Leggi per finanziare le Opere Pubbliche...i Comuni come Roccasecca, prodotto progetti per attingere a quei fondi stanziati con Legge ed ancora, dopo 24 anni,  si fa un copia ed incolla del progetto originario, richiedente soldi ex lege vecchia di 24 annni ( e la svalutazione ?)
Cose folli! E vero che il cittadino qualunque non capisce le dinamiche del funzioamentio degli organismi pubblici, gli arzigogolìi della P.A., ma sembra un tantino esagerata la tempistica ventiqattrennale, il gonfiare il bilanci Comunali per 24 anni (e la verdicità e la concretezza ?) e soprattutto, i soldi che arrivano alle Casse Comunali, Tecnici Comunali che non li investono nell' opera, e la Regione Lazio che li richiede indietro e poi li rimette a disposizione con il ri-finanziamento.
Morale della favola.... di anno in anno, la solita «liturgia» del copia ed incolla delle richieste finanziamento delle opere pubbliche che, o Zingaretti o chi per lui non finanzia o se finanzia se li riprende......o no?