Translate to:

19 giu 2014

GISMONDI ESIGE 400MILA EURO DAL COMUNE DI ROCCASECCA

La sentenza del Tribunale di Cassino 857/ottobre 2013, che ha condannato il Comune di Roccasecca a scucire 400mila euro, non riportata nel bilancio 2013, già da sola, avrebbe dovuto far saltare gli equilibri di bilancio.....ma era stata attivata una procedura transattiva postuma, con proposta di ribasso di 200mila euro, che sembrerebbe non essere andata a buon fine.

Ecco come si amministrano i soldi pubblici, i nostri soldi di roccaseccani laboriosi...... in avvocati e per cause di cui si potrebbe fare a meno, come la causa civile n. 973/2008 intentata dall' Impresa Gismondi Paolo snc dei F.lli Gismondi e C. al Comune di Roccasecca.
«Per non dare ascolto all' avv.Michele Nardone, che aveva consigliato l' allora delegato al ramo, Bernardo Forte, a riconoscere le doglianze del Gismondi e non mettersi a rischio di una causa perdente.
Il Gismondi chiedeva solo un prolungamento del contratto per poter rientrare con l' investimento fatto per 2000 lampade votive promesse dall' allora sindaco di Roccasecca, Carmine Guerrino Torriero, e risultate poi meno della metà».
Questa, la versione dell' ex Assessore Bernardo Forte, di come sono andate le cose ante-2008-, quando ci fu il niet dell' allora  Sindaco, Carmine Guerrino Torriero, e dare ascolto al consiglio dell' avv. Nardone.
Gli anni sono passati, il contenzioso è andato avanti e il Giudice Civile ha bocciato il Comune di Roccasecca ad un risarcimento di 400mila euro alla ditta Gismondi.
Ma la cosa gravissima è che la sentenza risale all' anno 2013 e tale debito di 400mila euro, non è stato riconosciuto e messo in bilancio 2013...in transazione, che dicono rigettata dalla controparte.
Ma omessi pure in bilancio, oltre ai 400mila euro alla Gismondi e C, anche i grossi debiti, Italcogim, Aurunci,
Il Revisore dei conti, Rag. Mario Delli Colli, nella sua relazione al conto  consuntivo 2013, verbale n. 14/2014, aveva messo in rilievo che l' Ente non aveva riconosciuto i debiti fuori bilancio e che tutti i mandati pagati, sono stati emessi in forza di provvedimenti esecutivi  e che comunque «rispettato il patto di stabilità». Mah!
Corte dei Conti??????Ministero dell' Economia e della Finanza della P.A. ???