05 lug 2014

SINDACO GIORGIO!...RIPRISTINI LA VIABILITA', A VIA E.FERMI!

.....ed ai residenti e cittadini disagiati : «meno lamentele e più azione con raccolta di firme e diffida al Sindaco a ripristinare la viabilità di Via E. Fermi», smottata per responsabilità ancora da accertare e definire  dal Tribunale
Via E.Fermi - Roccasecca
E' inaudita l' arroganza e la supponenza che trasuda da tutti i pori  il primo cittadino di Roccasecca, e la dabbenaggine dei poveri cristi ridotti a sudditi «ammucconi» che devono subire inermi, qualsiasi tegola cada loro addosso, sopportare e tacere, come la chiusura perenne di Via Enrico Fermi.
Tanto, la responsabilità non è mai del Sindaco e dell' Amministrazione, ma è sempre degli altri, vuoi dipendenti, vuoi privati.
Via E. Fermi è chiusa per smottamento causato da privato che ha aperto un contenzioso con il comune....
Il sindaco si dichiara non responsabile dello smottamento e sicuramente vittorioso della causa, la cui nchiusura  avverrà, alle «calende greche».
Sfida, poi, «alcuni improbabili personaggi che stanno provando a propinare all’ignara cittadinanza falsità,  a contestare, con la forza dei documenti, e non con i si dice e le ricostruzioni fantasiose.
Caro sindaco, Io potrei essere, anzi mi qualifico, uno di quegli «improbali personaggi» che prima di parlare, cerca documenti, che spesso il Comune non rilascia e/o dichiarazioni serie o almeno semi-serie dell' Amministrazione che opera spesso e volentieri aum....aum...e
La sfido, Io,  a smentirmi pubblicamente,  sempre in merito alla vexata quaestio - Via E. Fermi-, che Lei, con la sola relazione del CTU, peraltro parziale, ha solo mistificato il percorso giudiziario che è ancora lungo e tortuoso, lanciando un messaggio poco serio, distorto e che si sbugiarderà da solo.
Il CTU, fino a prova contraria,  fotografa una situazione e non ascrive la responsabilità, compito del Giudice, al Comune o al Privato, che tra l' altro, si dichiara, carte catastali alla mano, proprietario della terra su cui il Comune ha costruito una strada .....
E' vero o non è vero, che già dalla primavera dell'anno 2009 su specifica segnalazione del Privato, dapprima i Carabinieri e poi successivamente nell'autunno dello stesso anno i Vigili Urbani, a seguito di sopralluogo, rilevarono :" SI NOTANO SEGNI DI CEDIMENTO TRA LA VIA E. FERMI E LA PROPRIETA' DI......." e . poi, null' altro ?.
Il Comune ha lasciato nell' incura per troppo tempo e da cedimento è diventato smottamento.
E' vero o non è vero che responsabili tecnici del Comune, non hanno MAI eseguito alcun sopralluogo sulla proprietà del privato ?
E dell' udienza penale del giorno 11 giugno 2014 cosa racconta alla pubblica opinione ?
E' vero o non è vero che alle domande specifiche rivolte ai tecnici responsabili del Comune,  circa i provvedimenti messi in atto dall'Ente per evitare ulteriori e dannose conseguenze, la risposta è stata per tutti: NESSUNA ?
Questo, tanto per chiarire alla pubblica opinione chi mistifica e getta fango e chi è alla ricerca della VERITA', per il bene comune.
E proprio per il bene comune, cui mi appello, informo il Sig. Sindaco che esiste in diritto « L' ISTITUTO DELLA RIVALSA».
L' Ente Pubblico che ha un contenzioso aperto con il Privato, mai aspetta la fine della causa;  nell' interesse pubblico provvede, a proprie spese e poi si rivale, eventualmente, sul soccombente privato.
Quindi, basta chiacchiere, risolva il problema della Viabilità di Via Enrico Fermi, e poi eventualmente, in caso di vittoria, richiederà al Privato di pagare anche le spese sostenute per il ripristino della viabilità.