22 mar 2011

L' ALBA ROCCASECCANA

L' ALBA ROCCASECCANA è sempre ammorbata da un viscido e vischioso magma di notizie oscure e informi che mi avviluppano inesorabilmente
 VECCHIETTI IN ATTESA DELLA PENSIONE-POSTE DI ROCCASECCA CENTRO-

che quasi quasi viene la voglia di rimettere la testa non sopra ma sotto il cuscino.
Quattro competitors, alle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio comunale di Roccasecca,  di cui tre hanno già ufficializzato, in pompa magna, la loro candidatura, il quarto si dice .....ma non è ufficiale ...ci sarà? non ci sarà? In fiduciosa attesa.
Veramente ce n ' era anche  un quinto, giovane di belle speranze, che per un non meglio precisato motivo, si è defilato con l' attovagliamento al desk del Sindaco uscente, Giovanni Giorgio, ma non con la proposizione di una sua candidatura, che sarebbe stata più logica,  bensì di un cittadino di Colle San Magno che svolge la sua attività in quel di Roccasecca e cosa ancora più strana è assessore al suo comunello, Colle San Magno.
Accordi programmatici di un Ponte sul Melfa, così si legge sui giornali, ponte, che a detta di un candidato avversario, era stato messo sul piatto alla Liricav dall' ex Sindaco Abbate, a costo zero (0) per il Comune e quindi per i Cittadini di Roccasecca, come compensazione ai lavori dell' alta velocità.
Questo progetto lodevole, però, Abbate non potè portarlo ad esecuzione perchè non più eletto e il Sindaco  Giorgio lo ha barattato con catrame e quant' altro per le strade.
Ora, si legge sempre che il Ponte sul Melfa, sarà un punto nel programma di Giorgio grazie a Nota...
Ma se prima lo ha barattato ed era gratis,  come mai oggi  lo mette in programma ? mera propaganda elettorale? e lo deve pure pagare o no?
Se il Comune, poi, come dicono è in profondo rosso, dobbiamo fare altri mutui? Mah!!!!!!!!
Insomma invece di sentire cose nuove ancora i cittadini si devono sorbire le solite menate dei poltronisti roccaseccani, cambiatori di casacca e che, avranno anche l' abilità di farsi eleggere, ma che a lavorare per il bene comune non hanno nè il tempo, nè la voglia, nè le capacità.
Per non parlare del nuovo che avanza, che si propone di Cambiare la Città,
con quali mezzi e come, non un briciolo di schietto programma ma solo è visibile e chiara una disarmante improntitudine nelle affermazioni:
-"non siamo in cerca di poltrone e sgabelli ";
-"I valori (parola desueta ormai) che ci animano sono diversi e si chiamano: ambiente, trasparenza, servizi per tutti e soprattutto per chi è più debole. Non siamo capaci di svenderli per uno strapuntino in consiglio comunale".
BLABLABLABLABLABLA.
Ecco perchè i Cittadini di Roccasecca si sono allontanati e si allontanano sempre di più dalla politica perchè questi..... blablabla.....sono lo specchio evidente di una coscienza "impura" di chi vuole arrivare a tutti i costi, costi quel che costi.
Non bastano le parole.....occorre l' esempio e questi che vogliono cambiare Roccasecca l' esempio non lo hanno dato e nè lo daranno mai.
Queste mie parole come tutto il mio blog...sono all' insegna della trasparenza. della legalità, dell' onestà dell' essere Roccaseccana doc.