14 mag 2012

L' IDV "MISTER SOLA "

 L' IDV  "MISTER SOLA "perde pezzi da novanta, come la Bonaviri di Frosinone, proprio per le "sole " che elargisce a man bassa e perde pure consensi .... 
 Ormai è notorio in tutta la Provincia di Frosinone che il Partito di Di Pietro è il partito familistico, verticistico, il partito che  predica bene e razzola male,  contenitore ormai svuotato, senza seguito, solo i comandanti senza battaglione; esempio? Alle amministrative 2012 di Frosinone, il  Partito del Principe della legalità della trasparenza,  dell' onestà è stato quello meno votato, idem con patatine fritte, Ceccano.
Il tutto per le "sole" che propina agli entusiastici sostenitori del "verbo " Dipetrista.
E poi  perchè la campagna eletttorale non è stata improntata sui programmi e sulle cose serie di sana amministrazione, bensì,  su squallidi  "jaccuse" senza senso, senza logica, fuori dalla storia,  dalla società, dalla dignità delle persone con una spietata e menzognera ferocia.
Il Partito IDV, con la Dipietrina Locale è il partito delle "sole" non è nè  credibile, nè spendibile.
Il Partito che ha  pure l' ardire di farsi promotore di un referendum per l' abolizione dei finanziamenti, quando già in anni remoti il Popolo Italiano, sempre a 1/2 referendum, li aveva aboliti,  che credibilità può avere ? 
Ma è mai possibile che un partito, che ha intascato 21 milioni di rimborsi elettorali e ne ha spesi solo 4, un partito,   i cui deputati e senatori, solo una anno fa, se ne dichiaravano favorevoli e addirittura il deputato Stanislao firmava, a sua insaputa, la proposta di legge del PD Sposetti per il raddoppio dei soldi pubblici da intascare.
 " GIU' LE MANI DAL SACCO" lo dicono i cittadini che soffrono per le ristrettezze economiche, per la stretta creditizia, per le vessazioni di Equitalia.
Con quella farlocca campagna referendaria di abolizione dei finanziamenti ai partiti, dove vi vantate di aver raccolto 500.000 firme, avete solato ancora una volta......il principe della legalità e della trasparenza si è messo in saccoccia 260mila euro, vale a dire € 0,52 a firma.
Questo è quanto.