31 mag 2012

ROCCASECCA UMILIATA

ROCCASECCA UMILIATA da una doppietta messa a punto dai Comuni di Arce e Colle San Magno grazie a Giorgio Bis ed al suo il cerchio magico imbelle 

Dopo che il Comune di Arce si  è aggiudicato, senza colpo ferire, la nomina a capofila dell' Associazione dei Comuni di Roccasecca-Arce-Colle San Magno ecco un' altro scoop: Il sindaco di Colle San Magno, dott. Di Nota è stato eletto presidente della Commissione per "l' adeguamento dello statuto e dei regolamenti alle nuove norme che concernono l' Unione delle Cinque Città", di cui Roccasecca è membro unitamente a Piedimonte, Aquino, Villa Santa Lucia e Colle San Magno.
Insomma della serie gli ultimi (Colle San Magno) saranno i primi e pensare che Colle San Magno è un Comune piccinino rispetto a Roccasecca
Ma l' incarico di prestigio per traghettare l' Unione Cinque Città, verso la riforma in itinere presso i due rami del Parlamento, per la "governance" dei Comuni associati e delegati con impieghi più consistenti se lo è aggiudicato tra, i tre Commissari: Iacovella, Sindaco di Piedimonte, Sacco consigliere di opposizione del Comune di Roccasecca e Di Nota, Sindaco di Colle San Magno, proprio quest' ultimo cui vanno congratulazioni vivissime Roccasecca, la Cenerentola, pur essendo il Comune con più abitanti,  densità di abitanti per kmq  e con territorio più vasto, resta al palo.
Come può succedere che in due giorni, due paesini, Arce e Colle San Magno,  diano scacco matto a Giorgio Bis e al suo cerchio magico?
Cosa c' è sotto a queste cocenti  umiliazioni continua di Roccasecca e dei Roccaseccani?