03 set 2012

E' APPARSO, SU UN SITO DI FACEBOOK,

E' APPARSO, SU UNA PAGINA DI  FACEBOOK, un post reclamizzante un' Associazione, a loro detta: "NON PROFETA IN PATRIA", cui fa seguito, in bella mostra, il mio articolo informativo  tratto da AnnaMaria Blog, in lettura distorta e fuorviante per i naviganti.
www.facebook .com
Premesso che, a Roccasecca, la politica, come si evince da questo post facebukkiano, viene intesa come attacchi ed affronti ai soggetti -"persone fisiche"- che imperano  e dominano il territorio, vogliosi di fare i bello ed il cattivo tempo, in tutti i modi ed in tutte le maniere, godendo dei privilegi del "Potere Costituito" e simile approccio è lontano mille miglia dalla mia cultura politica.
Premesso questo,   ho trovato veramente risibile tanto accanimento dei suddetti ragazzi, contro la mia persona ed il mio blog, ma sono ragazzi, li perdono e consiglio loro di indirizzare le loro invettive esageratamente raccapriccianti, contro chi ha dato loro delle aspettive che ha poi disatteso, si sa che  non c'è  cosa più brutta di aspettative disattese e di rivedere il modo di fare politica, più costruttivo e con  meno acrimonia  contro chi la pensa in modo diverso.
Il bavaglio ad AnnaMaria Blog non lo metterà nessuno, tan poco voi che non avete neppure il coraggio di rivoltarVi contro la vostra Nomenklatura Paesana ma solo brevi balbettii come dal post che qui riporto integralmente  

"...un associazione che è attiva da ben 5 anni non solo nel territorio di Roccasecca ma anche nei paesi limitrifi, pensi a tal punto che raccogliamo piu' "applausi" al di fuori del nostro paese (es. la recente collaborazione con Il Caino fest 2012 di Aquino) che dal di dentro. Come disse Qualcuno, e uso come lei la lettera maiuscola, Nessuno è profeta in patria."
Eh sì, caro Presidente, hai proprio ragione:
in "patria" raccogliamo solo lucchetti (manco fossimo a Ponte Milvio...) e accuse assolutamente infondate ed infamanti...

Alzate la schiena giovani, e dite la storia dei lucchetti tipo "Ponte Milvio", o chi , prima vi  ha messo a disposizione la "res pubblica", aggratis, e poi vi ha messo alla porta.
Per quanto concerne poi, le accuse infamanti,  è frutto, forse, sempre della manipolazione di quella Vostra Intoccabile Nomeklatura ?