11 set 2012

INZIA IL DEFAULT

 INZIA IL DEFAULT del Comune di Roccasecca, dal sito internet istituzionale, inattivo da questa mattina ....NON PAGATO IL DOMINIO?...HA DATO FORFAIT IL WEBMASTER? O ALTRO ? ........
L'Amministrazione Giorgio Bis non rispetta le Leggi, i Regolamenti e ,soprattutto, i Cittadini-Contribuenti, ritenendoli titolari, solo di DOVERI (es. pagare le Tasse inique e vessatorie) e non di DIRITTI.
Uno dei DIRITTI è quello di poter seguire, in trasparenza, ON-LINE, tutte le attività della Giunta e del Consiglio, come, peraltro, impone la legge n.69 del 18 giugno 2009 a tutti gli Enti Pubblici.
Quindi, il Comune di Roccasecca ai sensi di quella normativa, aveva il proprio sito, ora  IN DEFAULT, TOLTO, CHIUSO.
Roccasecca è un Paese Normale?  si chiede il cittadino non assuefatto alla Mala Gestione della Cosa Pubblica, di Giorgio Bis.
Ed ancora :-Gli Organi preposti al controllo ed all'accertamento della legalità  ne sono a conoscenza ?
Eppure la legge  parlava chiarissimo :

all’art.32, comma 1 della legge 18 giugno 2009, n.69 ha sancito che “a far data dal 1 gennaio 2010 gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati”.
Inoltre, il successivo comma 5 dello stesso art.32 precisa che “a decorrere dal 1 luglio 2010 le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale”.
Infine arriva il decreto milleproroghe convertito IN  L. 25 del 26/02/2010 - GU 48 del 27/02/2010)... e la proroga viene estesa al 01 gennaio 2011 Pubblicità atti Pubblica amministrazione (articolo 2, comma 5).
"All'articolo 32, comma 5, della legge 18 giugno 2009, n. 69, le parole [1° gennaio 2010] sono sostituite dalle seguenti: [1° gennaio 2011]".

E' vero che detto sito del Comune di Roccasecca non è mai stato tenuto a "Regola D' arte", nel rispetto della Legge, anzi tutt' altro, ma che ora sia andato in default e nessuno si è peritato di avvisare i Cittadini-Contribuenti, perchè e per come,  la dice lunga sul rapporto, Istituzione-Cittadino, quest' ultimo tenuto all' oscuro delle attività di Giunta, Consiglio e Reponsabili Comunali.
Gli obblighi di legge sono solo per i cittadini e non per le istituzioni ?
I Cittadini-Contribuenti di Roccasecca meritano rispetto  dei diritti e chiedono all' Amministarzione Giorgio Bis il  rispetto delle Leggi a cominciare dalla n.69/2009 ( L' Albo Pretorio On-line).