Translate to:

27 set 2012

LA PRESIDENTESSA POLVERINI

LA PRESIDENTESSA POLVERINI si dimette ma non formalizza, al pari dei Consiglieri dell' Opposizione PD-IDV-SEL-UDC...a che gioco si sta giocando alla Regione Lazio ?

Aveva annunciato lundì scorso -Dimissioni irrevocabili- ma siamo a giovedì e la formalizzazione ancora non c' è, anzi, nel suo ruolo ha partecipato alla Conferenza Stato Regioni ed ha  convocato una giunta che ha  dato mandato alla governatrice di impugnare davanti la Consulta la spending review nelle parti del riordino delle province e la privatizzazione delle società pubbliche.
Ed a Porta a Porta ha detto che è intenzionata, prima del lascio, a  ridurre il numero degli assessori e lo farà domani.
Praticamente un colpo di coda durissimi per la Giunta che, oltre a ridurne il numero nè dovrebbe abolire i Vitalizi e se proprio non si può e o non si vuole  renderli perlomeno, contributivi.
E i Consiglieri di opposizione Montino (PD)-Maruccio (IDV)- Bonelli (Verdi) e gli altri di centro- sinistra che avevano millantato dimissioni, ad oggi, neppure un atto concreto ...sono solo parolai e maneggioni collusi con i Consiglieri di Maggioranza nella spartizione della "TORTA" (SOLDI NOSTRI).
Cercano, maldestramente, di smarcarsi dal PDL, con argomentazioni risibili quali l' unico errore è stato quello di aver  votato TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE,  gli aumenti delle prebende ai GRUPPI CONSILIARI ....ma , e qui il distinguo, il PDL o meglio er Batman-Fiorito-Federale, unico sub iudice, ha usato quei SOLDI per SUV, VACANZE VIP, CASE,  e su questo la Magistratura sta indagando, pendendo un' accusa grave: PECULATO.
E Lor Signori Sinistrozzi ? nessuno di loro è accusato di PECULATO e la Magistratura non indaga, come non indaga la Guardia di Finanza, ma auspico che, almeno la Corte dei Conti, si faccia rendicontare dai vari Montino, Maruccio, Tedeschi, Bonelli e compagnia bella quale uso abbiano  fatto di quella marea di "MONETA", quando, al POPOLO LAZIALE si aumentavano il tiket sanitario, Irpef, Irap, bollo, e quant' altro ed ancora si tagliava alla scuola, alla sanità, al welfaire.
Loro, i Sinistrozzi,  di fatto non si dimettono e la Presidentessa tarda la formalizzazione adducendo questa motivazione:  "Non ho ancora rassegnato le dimissioni perche' stiamo concordando alcuni dettagli per le elezioni con il ministro Cancellieri ma soprattutto perche' voglio ridurre il numero degli assessori, cosa che faro' nella giornata di domani. Questo sara' il mio ultimo atto e poi potro' dimettermi".
E' ancora Lei, La Tosta Presidentessa che Vi manderà a casa, quando vorrà e come vorrà.
Ma, a che gioco stiamo giocando alla Regione Lazio ? E IL POPOLO STA A GUARDARE.......FATECI SAPERE.....