19 set 2012

URGE PECUNIA

URGE PECUNIA alla Scuola dell' Infanzia di Roccasecca-Scalo- "plesso di Via Lazio" per libri, carta igienica, detergenti, asciugoni e quadernoni

ed è l' invito formale rivolto dalla rappresentante di classe,  senza ritegno,  senza vergogna e senza motivazione anche a genitori di famiglie  mono reddito, in cassa integrazione, con salari al lumicino, con pluri bimbi in età scolare, ed a mamme separate con ISEE bassissimo.
Alcune mamme, indignate per la dignità offesa, hanno chiesto di motivare adeguatamente la pretesa richiesta di "offerta volontaria (?)"  di 15,00 euro, per:
-l' acquisto in gruppo di un testo che è tutto un programma :"FULMINE E SAETTA" dautl costo di 9,50 euro;
-l' acquisto di materiali di consumo (risme di carta, carta  igienica, detergenti, asciugoni) spesa 5,50 euro;
-poi c' è N.B.il corpo docente (le maestre) che ha chiesto di dotare gli alunni di n.2  quadernoni, insomma altri costi sul groppone delle famiglie
Le mamme della Scuola dell' Infanzia di Roccasecca Scalo sono avvilite ed arrabbiate veramente perchè, dopo che l' assessorato alla Pubblica Istruzione e al Sociale, ha  aumentato del 21% il servizio della mensa scolastica e  del 38% il servizio scuolabus, è arrivata la stangata del contributo spese per materiale didattico e igienico e saniatario per complessivi 15 euro+ 2quadernoni.
La prima impressione che si trae dalla lettura di una comunicazione così è abbastanza di sconforto: come è possibile che la scuola pubblica italiana si sia ridotta a far chiedere (spero nessuno si offenda) “un’offerta” dai propri rappresentanti di classe e docenti?
Ma se già si pagano tasse e controtasse anche per la Scuola  per poi avere una scuola che chiede, chiede, chiede sostegno qua sostegno là, che significa?   
Per quale motivo finanziare, ancorché volontariamente, una cosa che già paghiamo assieme alle tante altre spese, a volte discutibili dello Stato?
Si sa che per i figli, i genitori sono disposti a tutto pure a togliersi il pane dalla bocca.
Me se i genitori devono togliersi il pane dalla bocca per sopperire al pessimo andazzo della macchina statale ....No No No
Non è giusto fare la colletta.....chiedere il volontario contributo,  per quaderni, libri, sapone, saponette e roba varia per l' igiene,...questo è lesione del diritto alla gratuità della scuola pubblica, poi,  in questo triste momento di crisi economica,  in cui tante famiglie, anche insospettabili, faticano ad arrivare a fine mese.
Ma la cosa strana è che chi di dovere non ha neppure fatto lo sforzo di ridurre i costi per le famiglie.
Infatti il testo "FULMINE E SAETTA" costo richiesto dalla scuola  di 9,50 euro, mentre alla Libreria Universitaria On-line si poteva acquistare a prezzo: € 8.55 con un risparmio: € 0.95 (10%).Qui trovi il sito della Libreria Universitaria Online dove si può acquistare a prezzo: € 8.55 con un risparmio: € 0.95 (10%).