Translate to:

21 ott 2012

RESISTERE E RICORRERE

RESISTERE E RICORRERE per chi non vuole sottostare all' arroganza di Giorgio Bis, anche solo per questione di proncipio, per la rivalutazione di una  cittadinanza attiva e cosciente dei propri diritti e dei propri doveri e non sudditi asserviti al più becero dei "poteri"
Foto di Alberto Ceccon
L' invito caloroso rivolto dal Comitato "NO TARSU"  ai cittadini-contribuenti di Roccasecca  a partecipare all' incontro di ieri pomeriggio al Bar-Ristorante Pansini della Stazione ,volto all' ascolto all' informazione ed alla decisione  democratica e collegiale,  delle più idonee e meno onerose strategie per contestare le cartelle TARSU 2011 è stato accolto con molto entusiasmo.
Infatti, la partecipazione è andata oltre le più rosee aspettative del Comitato "NO TARSU", visto che la sala della Sig. ra Rita era stracolma di persone interessate all' ascolto per decidere il da farsi, e molte già con la cartella in mano consegnata al Comitato per l' impugnazione di legge. 
Erano presenti al tavolo dei relatori il presidente del Comito "NO TARSU", dott.ssa Rossini Anna Maria, la vice presidente, sig.ra Laura Vessella, ed inoltre i tre membri del direttivo, il dott.Bernardo Forte, l' arch. Annamaria Matassa, il sig. Franco Tommaso Gazzellone e naturalmente l' avv. del Comitato dott. Angelo Mazzone di Benevento.
Hanno onorato il Comitato "NO TARSU"  ed i Cittadini di Roccasecca della loro autorevole presenza-vicinanza,  l' Assessore alla Cultura della provincia di Frosinone, nonchè consigliere di opposizione, l' arch. Antonio Abbate e i Consiglieri di Opposizione avv. Giuseppe Sacco e Antonio Colantonio.
Tra i tanti cittadini-contribuenti vessati, gradita sorpresa la presenza  di  una nutrita delegazione del Centro Anziani capitanati dal Sig. Primavera che ha apprezzato il grosso lavoro del Comitato "NO TARSU" ed a chiare lettere ha lodato lo spirito di servizio che  sta profondendo in questa battaglia di civiltà, contro questa scellerata scelta degli amministratori di aumentare la tariffa TARSU 2011 in modo illegittimo ed illegale.
Dopo il doveroso saluto del presidente del Comitato, dott.ssa Anna Maria Rossini, ai presenti, ha preso la parola  l' avv. del Comitato Angelo Mazzone di Benevento, che ha illustrato in modo esaustivo i numerosi vizi da cui è affetta la Cartella TARSU 2011, per cui ravvisa e consiglia  la necessità, di impugnarla nei termini e nei modi di legge, nella considerazione che a suo tempo è stata impugnata, davanti al TAR del Lazio, la delibera che ha dato origine alla cartellazione viziata.
Il presidente ha dato, poi, la parola all' avv. Giuseppe Sacco, consigliere di opposizione che ha stigmatizzato tra l' altro, come, il pagamento delle cartelle possa creare tanti danni economici ai Cittadini vuoi diretti (alleggerimento delle tasche e meno pane per le famiglia) che indiretti (spese del Comune che sono soldi nostri) ed addirittura se il TAR che si pronuncerà il 10 gennaio p.v dovesse dare ragione al Comitato "NO TARSU", una valanga di rimborsi potrebbe creare una situazione di  danno erariale ed allora come si metterà Giorgio Bis ?
Rincara la dose l' altro consigliere di opposizione,  arch. Abbate, che, dopo parole di conforto al Comitato per l' opera meritoria di grandissimo valore civico, di immane portata, volto a liberare ed innalzare le coscienze sopite da un' amministrazione inadeguata a dare risposte al disagio dei cittadini, anzi spesso e volentieri è l' artefice del disagio ha contiunato con l' esposizione di un' amministarzione allo sbando, senza progettualità, capace solo di danneggiare, così come ha fatto con l' aumento delle tariffe TARSU 2011 cartellarizzate e poste in riscossione da Equitalia.
Un' amministrazione che non riesce a trovare figure apicali come il Responsabile dell' Ufficio Ragioneria, un Segretario Comunale a tutto servizio, che amministrazione è ?
Argomento ripreso dall' ex assessore, nonchè membro del direttivo del Comitato "NO TARSU", dott. Bernardo Forte, che tra i vizi propri della cartella, la segnalazione del responsabile dei Tributi cui rivolgersi per delucidazioni e preventivo contenzioso, nel dott. Marcello Lanni, che dal mese di giugno ha rassegnato le dimissioni e il cittadino bisognoso di risposte certe e chiare, non riceve che risposte vaghe,  quando si ha la fortuna di trovarlo a Palazzo Boncompagni, dal Segretario Colacicco che è pure  ff di Resp. Ufficio Tributi, che non sa e non capisce una mazza e pare che stia su cinquanta Comuni con incarichi diversi.
Come, ha anche rimarcato che, spariscono i cassonetti in alcune strade procurando non poco disagio a chi non sa dove andare a postare i sacchetti dei rifiuti.
Comunque, alla fine dell' incontro, tutti d' accordo nel proseguire la lotta "NO TARSU" e ci sono stati molti  consigli utili per dare forte pubblicità alla resistenza della malsana cartellazione della TARSU 2011.
L' assemblea ha dato  delega al Comitato " NO TARSU" di pubblicizzare al meglio, con volantinaggio, macchine in giro per tutto il paese  ed altri sistemi mediatici, oltre al tam tam del passa parola, la campagna di sensibilizzazione per  impugnare le cartelle  tramite il legale di fiducia, Avv. Angelo Mazzone con una speciale "class action".
Praticamente più ricorsi, meno spesa per ciascuno con la "class action".....
L' unica azione di disturbo, ma neppure tanto, è stata la presenza di due sentinelle, una avvocata paesana  ed un assessore di Giorgio, al bar a lato del luogo dell' incontro del Comitato "NO TARSU" con i Cittadini.
Un caso o altro ? Intimidazioni di Regime?
Attenzione Cittadini di Roccasecca ! 
Finchè non vi scrollerete di dosso simili oppressioni sarete destinati a vivere nella putredine mentale.